/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 14 febbraio 2018, 14:27

Imperia: al 'Vieusseux' l'Uliveto della Pace prosegue tra attività presenti e future. Natta "Iniziative importanti e grande valorizzazione del territorio" (Foto e Video)

L’uliveto sperimentale è stato presentato dal liceo scientifico nel settembre scorso, sotto l’egida del Miur e del Ministero del Lavoro, in convenzione con la Provincia di Imperia che ha concesso il sito e con il patrocinio della Prefettura della città di Imperia

Imperia: al 'Vieusseux' l'Uliveto della Pace prosegue tra attività presenti e future. Natta "Iniziative importanti e grande valorizzazione del territorio" (Foto e Video)

I docenti e gli studenti del Liceo Vieusseux hanno illustrato questa mattina le attività svolte e quelle future del progetto ‘Uliveto della Pace’ alla presenza del presidente della provincia Fabio Natta.

L’uliveto sperimentale è stato presentato dal liceo scientifico nel settembre scorso, sotto l’egida del Miur e del Ministero del Lavoro, in convenzione con la Provincia di Imperia che ha concesso il sito e con il patrocinio della Prefettura della città di Imperia. Il progetto vede la collaborazione di partner prestigiosi quali Libera nazionale, Lega coop, USSM, Cespim Imperia, Cia, Pace Lavoro e Legalità e l’Associazione Help.

Il progetto ‘Uliveto della Pace’ è un’iniziativa molto importante del Liceo Vieusseux e di altri partner, autorizzato dalla Provincia di Imperia, che ha fatto una delibera consiliare ad hoc che ha consentito e consente di valorizzare l’Uliveto sperimentale e soprattutto di coinvolgere i giovani all’interno di una realtà importantissima per l’intero territorio e per quello che rappresenta, non solo simbolicamente, ma anche da un punto di vista anche storico e culturale – Dice il presidente Natta - L’ulivo è al centro del nostro territorio e il bellissimo gioiello che è l’uliveto sperimentale di Garbella, meritava e merita di essere valorizzato. Abbiamo una delibera di Consiglio Provinciale adottata subito dopo il nostro insediamento, che prevede un’assegnazione tramite bando in maniera più continuativa pro futuro, proprio per valorizzare questa realtà. Si è inserita, insieme alla partecipazione del Vieusseux, un bando del Ministero con i finanziamenti per questo progetto e abbiamo salutato volentieri la cosa. Abbiamo accolto volentieri l’iniziativa e possiamo dire che dalle relazioni fatte e richieste dal consiglio provinciale, c’è già un report molto positivo sull’attività svolta. Oggi siamo qua a rappresentare tre nuove iniziative, che sono collegate a questo esperimento e quindi che coinvolgeranno di nuovo i ragazzi nei prossimi mesi. Lo sguardo è anche al futuro, aperti a soluzioni che tendano sempre a valorizzare l’uliveto sperimentale in tutti i suoi aspetti, con l’auspicio che il coinvolgimento della scuola sia sempre fattivo e presente”.

È un bilancio di metà percorso che vuole fare il punto delle varie attività che sono state realizzate finora col fondo della Provincia con i soldi di questo finanziamento del Ministero del Lavoro – dichiara Paolo Auricchia, preside del Vieusseux - Sono state realizzate tante attività di diversa natura, incontri con esperti di economia, conferenze su argomenti di valore sociale e sulla pace in particolare, visto anche il nome dell’uliveto. I ragazzi sono stati portati nelle fasce a vedere gli aspetti scientifici e unirli a dei valori sociali e di solidarietà e di utilizzo pubblico dei beni collettivi come può essere un uliveto, la partecipazione di Libera in particolare che sviluppa questa valenza. A me preme in questo momento sottolineare la grande disponibilità della Provincia che ha messo a disposizione il fondo, assolutamente indispensabile a realizzare quest’attività. Provincia che si è dimostrata collaborativa e favorevole a questa iniziativa sotto tutti i punti di vista. Devo ringraziare l’amministrazione provinciale che si è dimostrata sensibile su questo. Naturalmente abbiamo intenzione nei nostri programmi di continuare questa esperienza e di svilupparla ulteriormente nei prossimi mesi e stiamo anche pensando di presentare domanda per ottenere un finanziamento che ci consenta di prolungare l’esperienza anche l’anno prossimo”.

Io parlo per la parte di Libera come referente del ‘Presidio Montalbano’ del liceo e secondo me è stato un progetto ottimo che sta funzionando molto bene perché siamo riusciti a portare all’uliveto moltissime attività, in particolare abbiamo fatto un’attività di alternanza scuola-lavoro sulle disuguaglianze economiche intese come terreno fertile per le mafie – spiega Ettore Perlo - Abbiamo organizzato degli incontri di educazione alla legalità con gli alunni delle medie e abbiamo in programma altri incontri di formazione sulla legalità con un gioco educativo il 13 di aprile con gli alunni della Sauro, il 14 con degli studenti della scuola superiore agraria di Genova e il 21 aprile con dei ragazzi disabili dell’associazione Help e della Spes di Ventimiglia e più incontri si possono prenotare il venerdì e il sabato”.

Noi invece con la mia classe e con altre classi ci stiamo occupando di organizzare tutto quello che ha a che vedere con l’azienda che stiamo creando. Secondo me è un’esperienza molto interessante e importante per noi, anche perché oltre a cosa stiamo creando in questi mesi ci rimane una conoscenza e ci rimangono delle nozioni che abbiamo appreso durante questo percorso, molto utili per noi per quando poi ci troveremo nel mondo lavorativo. Questo ci aiuta molto, la formazione è molto utile”. 

Progetti realizzati dai docenti del Liceo Vieussex:

Disegno e Storia dell’Arte, Proff. Castagneto, Rianna

- Il giardino dei giusti, collocazione di dieci targhe su dieci Ulivi della Pace per dedicarli ad altrettante figure della storia del Novecento che hanno consacrato la loro vita alla costruzione della Pace tra i popoli

- Laboratori su: consumo critico del cibo, vecchi frantoi e dieta mediterranea

Lettere

- 16 febbraio- Professoressa Berio, incontro aperto alla cittadinanza dedicato a “La crisi degli olivi in Liguria”, presentazione della ristampa dell’articolo di Giovanni Boine, curata da Rita Cersosimo, Simone Fiori, Gabriele Volpara, ex studenti del Liceo, con la partecipazione dei Professori Andrea Aveto e Vittorio Coletti dell’Università di Genova

- primi di maggio- Professoressa Ramoino, Convegno all’Uliveto della Pace, aperto alla cittadinanza, col Professor Corrado Bologna, Docente di Linguistica all’Università di Lugano e alla Scuola Normale di Pisa, e Dott. Matteo Grassano, ex studente del Vieusseux, dedicato alla letteratura del Novecento e il Mediterraneo con particolare riguardo alla figura di Biamonti

Filosofia e Storia

- fine marzo- Professor. Claudio Badano, Convegno su ulivi e territorio con la partecipazione del Dott. Giovanni Gandolfo, esperto di Storia del Paesaggio

Progetto Presidio di Libera “G.Montalbano” del Liceo Vieusseux, coordinato dalla Prof. Battistin in collaborazione con l’Associazione Pace Lavoro Legalità.

Gli studenti del Presidio, in collaborazione con l’USSM, Ufficio Minori, hanno già realizzato, con i ragazzi che vivono nelle comunità Casa Alice e Isola, molte attività di pulizia delle fasce e della strada che porta all’Uliveto, e, sempre con loro, incontri di gioco educativo e di approfondimento e riflessione su mafia e legalità.

In futuro, da adesso a fine giugno, il Presidio Montalbano ha in programma:

- laboratori di educazione alla legalità per gli allievi delle scuole medie (venerdì pomeriggio e sabato mattina su prenotazione);

- 13 aprile, laboratorio su Povertà e disuguaglianze con gli alunni della Scuola Media Sauro

- 14 aprile, incontro e visita di istruzione con i ragazzi dell’Istituto Agrario di Genova

- 21 aprile: una giornata insieme, all’Uliveto, con i ragazzi disabili dell’associazione HELP e quelli della SPES di Ventimiglia


Progetto Libera, Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie:

- già realizzati: incontro col Procuratore Gian Carlo Caselli; laboratori didattici studenti /ragazzi della comunità

- 16 febbraio- Incontro, in compartecipazione col Liceo Vieusseux, Professoressa Berio, dedicato a “La crisi degli olivi in Liguria”, presentazione della ristampa dell’articolo di Giovanni Boine, curata da Rita Cersosimo, Simone Fiori, Gabriele Volpara, ex studenti del Liceo, con la partecipazione dei Professori Andrea Aveto e Vittorio Coletti dell’Università di Genova

- primi di maggio- Incontro, in compartecipazione col Liceo Vieusseux, Professoressa Ramoino, col Professor Corrado Bologna, Scuola Normale di Pisa, e Dott. Matteo Grassano, ex studente del Vieusseux, dedicato alla letteratura del Novecento e il Mediterraneo con particolare riguardo alla figura di Biamonti


Progetto USSM (Ufficio Minori del Ministero di Giustizia), Gruppo Ecologico Martiri della Libertà Partigiani Val Prino, Associazione Pace Lavoro Legalità, Libera : attività pratiche presso l’uliveto, pulitura delle fasce, potatura, coltivazioni, rifacimento muri a secco, propedeutiche all’assegnazione di borse lavoro ai ragazzi ospiti delle comunità alloggio e/o sottoposti alla messa alla prova.

Gruppo Ecologico Martiri della Libertà Partigiani Val Prino:

- pulizia e manutenzione dell’Uliveto con i propri volontari

- fina marzo, evento multimediale (performance artistiche e musicali) dedicato alla Pace tra i popoli, con la partecipazione straordinaria, musiche e direzione artistica, di Sergio Cocchi

Progetto HELP- Onlus:

- 21 aprile: una giornata insieme all’Uliveto con i ragazzi disabili dell’associazione HELP, quelli della SPES di Ventimiglia e il Presidio di Libera

Progetto Legacoop:

- laboratori di simulazione di impresa con gli studenti

- attività di orientamento scuola – università

Progetto CIA :

- incontri studio sulle piante, mappatura degli ulivi, produzione di una brochure didattica sulle cultivar presenti nell’Uliveto

Progetto Cespim:

- formazione di un gruppo di studenti incaricato della comunicazione sociale

- realizzazione pagina facebook “Uliveto della Pace”

- consulenza sul volontariato con tutte le associazioni partner.

Andrea Gavi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium