/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 13 febbraio 2018, 18:01

Ad Arma di Taggia la 61a edizione del Carnevale, la festa e l'emozionante omaggio a Francesco Viola - VIDEOSERVIZIO

Il presidente del Comitato Natale a Villa Boselli protagonista di un toccante ricordo per omaggiare 'Cecco'. Da quest'anno i genitori del Comitato hanno assunto l'organizzazione delle prossime edizioni del Carnevale

Quest’anno lo storico carnevale di Arma di Taggia  ha voluto rendere omaggio a Francesco ‘Cecco’ Viola. La tradizionale festa è giunta alla 61ma edizione e nonostante il lutto all’interno dell’organizzazione, il gruppo ha preferito andare avanti completando i giochi e le opere lasciate dal 42enne, tragicamente scomparso nelle scorse settimane.

VIDEOSERVIZIO




Il Comitato dei genitori Natale a Villa Boselli si è rimboccato le maniche per garantire la buona riuscita della manifestazione. Inoltre con questa edizione sono state poste le basi per un vero e proprio passaggio di consegne tra il Comitato del Carnevale e quello delle tante mamme e papà che si sono occupate in questi anni della festa di Natale.

‘In fondo al mar’ era il tema di quest’anno. Per questo, il tradizionale corteo in maschera è stato aperto da una barca, con Poseidone e la sirenetta. Lì, sulla prua del gozzo c’era una foto per ricordare Francesco Viola ed intorno a lui i suoi amici del Comitato di villa Boselli. Loro, quest’anno, hanno deciso di non mascherarsi e di indossare una maglietta con un disegno nato dalla mente di Cecco.

Tutta la festa ha rispettato un breve momento di silenzio quando sul palco ha parlato il presidente del Comitato, Riccardo Actis. “Non è qua di persona ma lo portiamo nel nostro cuore. - ha detto - La gran parte dei lavori che vedete qua sono opera sua. Francesco oggi ci spinge a continuare con questa festa perchè così avrebbe voluto. La festa è vostra bambini. Noi lo vogliamo salutare prima di partire”. Queste parole sono state accompagnate da un fragoroso applauso di tutta la piazza.

A quel punto la festa è proseguita. I bimbi ma anche i numerosi genitori mascherati, hanno preso parte al corteo, accompagnato dalla banda Canta e Sciuscia di Sanremo. In testa, la barca con gli organizzatori. Il gruppo è andato avanti a suon di musica lungo le vie di Arma di Taggia, arrivando fino alla residenza protetta per anziani.

Dopo il corteo, le famiglie hanno preso parte ai numerosi giochi organizzati nello spiazzo realizzato a lato di villa Boselli, con la chiusura al traffico delle principali vie, grazie alla Protezione Civile, Carabinieri e Polizia Locale. Immancabile anche quest’anno l’appuntamento con i crustoli ed il pesce rosso. Erano ben 800 i sacchetti pieni d’acqua con tanti piccoli amici pronti ad andare a casa con la loro nuova famiglia.

E’ stato un momento di comunità, proprio come aveva auspicato Don Alessio Antonelli, parroco della chiesa di San Giuseppe e Sant’Antonio che ha partecipato attivamente all’organizzazione del carnevale. 61 edizioni fanno dell’evento di Arma di Taggia uno dei più longevi e caratteristici nel suo genere. Dal presidente Riccardo Actis è arrivata la chiosa: “Sono edizioni iniziate dai nostri nonni, proseguite con i nostri genitori e adesso subentra la terza generazione di noi ragazzi. Vogliamo contribuire in modo ancora più concreto e fattivo. Auguriamo buon divertimento a tutti perchè ce n’è davvero bisogno. Arrivederci alla 62a edizione”.
 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore