/ FESTIVAL DI SANREMO

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. saranno disponibili a partire dal 70° giorno (intorno al 20...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Che tempo fa

Cerca nel web

FESTIVAL DI SANREMO | lunedì 12 febbraio 2018, 21:49

GAE CAPITANO: “C’era un tempo in cui sognavamo Sanremo”

Il parere dello stimato music-maker e paroliere italiano

Il parere di Gae Capitano, stimato music-maker e paroliere italiano: "Il Festival personalmente mi è piaciuto: Claudio Baglioni si è rilevato -oltre che un interprete sempre di grande livello-un elegante padrone di casa, ironico e al servizio dello spettacolo. Brava Michelle Hunziker capace di dare dinamicità al palco rimediando ai piccoli intoppi della diretta con la sua esperienza di conduttrice. Una sorpresa Pierfrancesco Favino, uno dei nostri attori più simpatici e versatili".

"La canzone tecnicamente meglio costruita, dal testo più equilibrato e la struttura più elegante è “ Bisogna imparare ad amarsi” di Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico. Ermal Meta Fabrizio Moro: nessuno scandalo. Vittoria onesta, meritata anche con il ritornello riciclato e una marcetta post irlandese, veloce e intrigante, che ci fa ballare nel deja-vù de 'I cieli d’ Irlanda' di Massimo Bubola e Fiorella Mannoia. Fabrizio Moro e Ermal Meta sono due tra i più grandi autori italiani: avrebbero rischiato di meno presentandosi con un brano commerciale e d’amore e questo occorre riconoscerglielo. 'Non mi avete fatto niente' ha un testo superbamente scritto, che calca figure retoriche e punta agli effetti speciali, ma riesce ad arrivare alle persone. Lo stato sociale con “ Una vita in vacanza” ha riportato l’irriverenza e il genio di Rino Gaetano sul palco di Sanremo. Chiudiamo con Annalisa: bella, ottima cantante, con un brano radiofonico impeccabile scritto da lei, Davide Simonetta e Alessandro Raina. Annalisa ci regala una delle migliori interpretazioni tra i Big e un brano scritto su 4 accordi che farà felici i chitarristi da spiaggia per i prossimi anni. Merita di essere confermata come una bella realtà della musica italiana".

Roberta Scalise

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore