/ Eventi

Eventi | 12 febbraio 2018, 13:54

Arma di Taggia: domani un 'Carnevale dei Ragazzi' anche per ricordare Francesco Viola (Foto)

Lui era un motociclista molto conosciuto in ambito provinciale e la sua tragica scomparsa ha lasciato un vuoto nel Comitato Natale a Villa Boselli dove era tra i membri più attivi.

Don Alessio Antonelli e Miriana Marongiu

Don Alessio Antonelli e Miriana Marongiu

Quello che andrà in scena domani ad Arma di Taggia, sarà un ‘Carnevale dei Ragazzi’ particolare, per festeggiare con le famiglie ma anche per ricordare Francesco Viola. Lui era un motociclista molto conosciuto in ambito provinciale e la sua tragica scomparsa ha lasciato un vuoto nel Comitato Natale a Villa Boselli dove era tra i membri più attivi.

L’ente, da tre anni compartecipa alla realizzazione della manifestazione di carnevale giunta quest’anno alla 61a edizione e tra le più longeve e radicate nella riviera dei fiori. L’organizzazione è curata nel dettaglio dal Comitato Carnevale dei Ragazzi insieme ai genitori di villa Boselli ed a molte altre realtà: la Parrocchia di San Giuseppe e San Antonio, l’assessorato al turismo del Comune di Taggia, la Compagnia Armasca, il gruppo scout FSE Arma di Taggia 1, l’Oratorio Don Bosco, l’associazione Gli amici di Luca, la Croce Verde Arma-Taggia e la Protezione Civile.

I festeggiamenti prenderanno il via alle 14 davanti alla Chiesa in via Colombo. Da lì, alle 14.30 partirà il colorato corteo in maschera che toccherà le principali vie del centro cittadino. Sul percorso ci saranno numerose stazioni per il divertimento dei più piccoli. Inoltre non mancheranno gli elementi che contraddistinguono questa storica manifestazione: i crustoli ma soprattutto i pesciolini rossi che saranno consegnati ai bimbi. In più ci saranno Simona Lanteri con la sua baby dance, il truccabimbi di Chiara, Erika e la magia delle bolle e Soriana con lo zucchero filato.

“E’ un evento nato dalla collaborazione dei cittadini e dalla parrocchia di San Giuseppe e Sant'Antonio - sottolinea l’assessore al turismo di Taggia Barbara Dumarte - Per il terzo anno il comitato ‘Natale a villa Boselli’ ha aggiunto freschezza a questa iniziativa. Grazie a Don Alessio per la disponibilità. Si è fatto presente in prima persona. Sarà un carnevale un po’ speciale, purtroppo abbiamo avuto una grave perdita ed un momento di grande smarrimento. Francesco Viola era sempre impegnato in prima persona. Ciò che ho apprezzato in Don Alessio ed in questo gruppo è stata la voglia di andare avanti”.

In ricordo di Viola i genitori del comitato Natale a Villa Boselli hanno scelto di non mascherarsi e sfilare indossando una maglietta. Sulla t-shirt ci sarà ‘speedo’ un personaggio immaginario nato dalla mente di Viola. Mentre sulla schiena sarà impressa la sua ‘tag’, ovvero la firma del 42enne.

“E’ venuto in modo naturale collaborare con padri e nonni per questa festa di lunga generazione
- precisa Miriana Marongiu, vicepresidente del Comitato di villa Boselli - C’è entusiasmo per fare qualcosa per famiglie e bambini. Il tema di quest’anno sarà ‘In fondo al mare’. Ci saranno musica, giochi, truccabinmbi e molto altro”. Poi sul ricordo per Francesco Viola aggiunge “C’è mancato nel mentre della costruzione della festa. Ci siamo chiesti se fosse il caso di andare avanti. Si tratta della festa di tutti. Abbiamo pensato a lui e ci avrebbe mandato a quel paese se non avessimo continuato; così i papà hanno finito i giochi di Francesco”.

Il contributo di Don Alessio Antonelli è stato determinante, in particolare nel sostegno fornito ai tanti genitori sconvolti per la perdita dell’amico ‘Cecco’. Poi sulla manifestazione il parroco ci ha tenuto a spiegare: “E’ la prima esperienza nel poter organizzare un carnevale per i bambini. Qui la struttura è più ampia e profonda. E’ sicuramente un qualcosa che prende spunto da una tradizione cristiana. Il giorno dopo inizierà il periodo di penitenza e preparazione alla Pasqua. Prima di entrare in questo periodo di riflessione è giusto vivere un momento di festa che interesserà i ragazzi e anche gli adulti. Sarà un momento aggregativo, di comunità e di famiglia. E’ proprio questi sono elementi necessari per vitalizzare l’aspetto sociale delle nostre parrocchie e dei nostri paesi per far vivere le realtà più spirituali del cristianesimo, perché la Chiesa è comunità”.

Il corteo sarà caratterizzato da un carro allegorico, una barca. A trainarla i genitori ed intorno i bambini in festa. A rendere ancora più scanzonata questa comitiva ci penserà la banda Canta e Sciuscia di Sanremo che da tanti anni accompagna la manifestazione. Questa 61a edizione pone le basi per delle novità. Infatti, per la prossima edizione dell’evento potrebbe esserci un ‘simbolico’ passaggio di consegne tra il Comitato del Carnevale dei ragazzi e quello di Natale a Villa Boselli. Un cambiamento naturale in una famiglia che si allarga e continua a voler far festa insieme.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium