/ FESTIVAL DI SANREMO

Che tempo fa

Cerca nel web

FESTIVAL DI SANREMO | 10 febbraio 2018, 14:07

GAE CAPITANO: “Ultimo? Ha meritato di essere il primo!”

Il commento dello stimato music-maker e paroliere italiano

GAE CAPITANO: “Ultimo? Ha meritato di essere il primo!”

Il parere di Gae Capitano, stimato music-maker e paroliere italiano: Ricercata la selezione delle nuove proposte della 68° edizione: meritata la vittoria de ‘Il ballo delle incertezze’ di Ultimo, il brano meglio costruito per il palco Sanremese, capace di unire un sound moderno a un testo con delle belle riflessioni, e presentato da un artista originale che potrebbe rivelarsi una delle nostre realtà musicali dei prossimi anni. ‘Stiamo tutti bene’ di Mirkoeilcane è stata la canzone più emozionante e al tempo stesso una delle meno adatte per il contesto superficiale della manifestazione: una scrittura che ricorda Samuele Bersani e un argomento delicato trattato con semplicità e originalità. L’assegnazione del secondo posto e il Premio della Critica sono un buon segnale per il Festival, e un riscatto per il discusso sistema di votazione. “Il Mago” di Mudimbi viene premiato per l’ottima esecuzione sul palco, la buona fattura autorale. Il brano si mette in coda su percorsi già battuti e difficilmente superabili da altri rapper italiani come Caparezza. Eva Pevarello si è rivelata una delle voci più belle di questo Festival, non solo della sua sezione, messa in non perfetta luce da un brano –‘Cosa ti salverà’- senza una forte personalità, elegantito comunque dalla sua esecuzione intensa. Un’artista che meriterebbe di essere ascoltata nuovamente in altri progetti. Gradevole il sound R&B di Giulia Casieri in ‘Come Stai’, con un sound R&B e un ritornello che cambia tempo sul finale, non particolarmente originale, ma credibile. Coraggiosa la scelta de ‘Il congiuntivo’ di Lorenzo Baglioni: un brano originale e un artista eclettico che saranno premiati dai media. Belle voci e belle presenze sceniche anche per Alice Caioli con ‘Specchi rotti’ e Leonardo Monteiro con ‘Bianca’, ma i loro brani più classici faticano a rimanere impressi. Riuscire a trovare un posto nella musica italiana non è semplice e – sebbene esistano bellissime realtà ancora nascoste tra gli emergenti, in Italia – i ragazzi di quest’anno si sono meritati tutti il palco”.

Roberta Scalise

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium