/ EVENTI

EVENTI | 10 febbraio 2018, 12:28

#Sanremo2018: un pomeriggio da adolescenti a caccia di ‘selfie’ e autografi in giro per la città (Foto e Video)

Lo smartphone diventa un foglio di appunti, un Polaroid più immediata e una scatola di ricordi, un raccoglitore di emozioni

#Sanremo2018: un pomeriggio da adolescenti a caccia di ‘selfie’ e autografi in giro per la città (Foto e Video)

Erano gli anni ottanta quando Clizia Gurrado correva per le scale del Casinò in cerca di Simon Le Bon. Gli anni passano, i personaggi cambiano, ma i luoghi restano. Durante il Festival la caccia è aperta e anche io nei favolosi novanta ho calcato le vie sanremesi sulle tracce dei miei miti. Blocchetto alla mano, scarpa comoda e tanta voglia di correre e urlare. Nel 2018 è ancora così?

L’ho scoperto trascorrendo un pomeriggio in compagnia di sei fantastiche adolescenti. Abbiamo setacciato Sanremo e qualcosa abbiamo portato a casa. Loro foto, io molto di più. E vorrei sfatare il tabù che gli smartphone tolgono spazio alle emozioni, perché non è vero.

Lo smartphone diventa un foglio di appunti, un Polaroid più immediata e una scatola di ricordi, un raccoglitore di emozioni. Perché sono quelle che ti spingono a correre a perdifiato dietro il tuo beniamino, a urlare, saltare, sgomitare e sperare, proprio come faceva Clizia nei lontani anni ottanta.

Serena Signorelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium