/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | sabato 20 gennaio 2018, 18:13

Per i 50 anni dal ’68 Baglioni annuncia un Festival ‘flower power’. Che sia la volta buona per i fiori di Sanremo?

La sua frase nella conferenza stampa di presentazione ha alimentato le speranze dei produttori locali

La presentazione del Festival di Sanremo al teatro del Casinò

Ogni anno si ripete la solita storia con l’organizzazione del Festival pronta a mettere in luce i fiori di Sanremo e il pubblico locale mai abbastanza soddisfatto per la promozione del prodotto nostrano. Ma il 68° Festival di Sanremo potrebbe fare eccezione.

Le parole di speranza vengono proprio dalla viva voce del conduttore e direttore artistico Claudio Baglioni. E anche la location della sua dichiarazione fa ben sperare sulla sua veridicità.
Durante la conferenza stampa di presentazione nel teatro del Casinò, tra le domande dei giornalisti in sala si è parlato anche dei possibili omaggi per i 50 anni dal ’68, anno simbolo della rivoluzione culturale e sociale. Anni che Baglioni conosce molto bene.

E proprio il conduttore ha risposto con una frase non da poco. Ha annunciato che potrebbe essere un Festival ‘flowe power’, rifacendosi a uno degli slogan in voga in quegli anni. Ed ecco che le speranze dei produttori locali si sono fatte avanti. Per il momento l’unica certezza riguarda il tradizionale bouquet, con la gara che si è tenuta nelle settimane scorse a Villa Ormond per decretare chi sarà il produttore degli omaggi floreali che vedremo sul palco dell’Ariston. Ma per essere un Festival ‘floer poer’ si deve andare oltre al solo bouquet.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore