/ AL DIRETTORE

Spazio Annunci della tua città

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | mercoledì 03 gennaio 2018, 13:31

Sanremo: polemica sui sacchetti a pagamento per frutta e verdura, l'opinione di un lettore

Roberto Barbaruolo vuole dissipare - dice - "qualche falsa notizia che si sta diffondendo sui social network e che viene cavalcata purtroppo da qualche associazione dei consumatori"

"Caro Direttore,

mi appello alla correttezza del Suo giornale online per dissipare qualche falsa notizia che si sta diffondendo sui social network e che viene cavalcata purtroppo da qualche associazione dei consumatori riguardo all'obbligo del pagamento dei sacchetti per il confezionamento di frutta e verdura.

Non so so se qualche anima bella pensa che fino al 31 dicembre 2017 tali sacchetti fossero gratis. E' evidente che i supermercati ne spalmavano il costo sul prezzo di tutti i prodotti. Inoltre proprio perchè i sacchetti non venivano singolarmente addebitati alcuni ne facevano incetta per gli usi domestici più disparati.

Ora in base ad una direttiva europea che intende ridurre il consumo di plastica ciò non si può più fare ed il prezzo deve essere indicato sullo scontrino ed inoltre il sacchetto dev'essere biodegradabile. Chi contesta questa direttiva europea espone l'Italia ad una procedura d'infrazione il cui costo ricadrebbe su tutti i cittadini. E tutto questo rumore per una spesa per famiglia che arriverebbe mediamente in un anno al prezzo di un caffè...

Sanremo che è una città di mare dovrebbe essere particolarmente sensibile al fatto che sacchetti che alcuni si ostinano ad abbandonare scorrettamente con i rifiuti causano un problema enorme di inquinamento nel mare. La plastica non biodegradabile è praticamente indistruttibile e spesso viene ingoiata da pesci e cetacei causandone la morte.

Questi argomenti dovrebbero essere generalmente accettati e non far parte come temo di una eterna campagna elettorale.

Roberto Barbaruolo".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore