/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Per disabili e anziani. lo scooter ha 6 mesi con batterie nuove visibile a firenze

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | martedì 02 gennaio 2018, 17:34

Bajardo: 8 case inagibili dopo lo scoppio del 31 dicembre, Livio Raffa trasferito all'ospedale di Pisa

Ora si trova ricoverato, sempre in prognosi riservata, presso il nosocomio toscano, al centro grandi ustionati. Non dovrà però essergli amputata la gamba, come era stato ipotizzato nelle scorse ore.

Sono 8 le abitazioni per le quali il Sindaco di Bajardo, Francesco Laura, ha emesso l’ordinanza di inagibilità e lo sgombero, a seguito dell’esplosione che, alle 8.20 del 31 dicembre scorso, è partita dal civico 34 di via San Salvatore, dove viveva il 77enne Livio Raffa, rimasto gravemente ustionato.

Le case inagibili sono quelle ai civici 32 e 36 di via San Salvatore, ai numeri 33, 35, 37 e 37b di via Roma ed al civico 18 di via XX Settembre. Il Sindaco ha anche emanato l’ordinanza di chiusura del passaggio pedonale di via San Salvatore tra i civici 34 e 36.

La decisione è stata presa dal primo cittadino, dopo la relazione espressa dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, che hanno svolto una serie di verifiche statiche sugli appartamenti della zona, interessata dall’esplosione.

Intanto Livio Raffa è stato trasferito al centro grandi ustionati dell'ospedale di Pisa ma, fortunatamente, al momento non è stato necessario amputargli la gamba, come era stato ipotizzato nelle scorse ore.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore