/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 18 dicembre 2017, 18:49

Taggia valuta l'introduzione di una tassa di soggiorno per i turisti, oggi tavolo di confronto con gli albergatori

All'incontro erano presenti: l'assessore regionale al turismo Gianni Berrino e per l'amministrazione comunale il sindaco Mario Conio, il vicesindaco Chiara Cerri e l'assessore al turismo Barbara Dumarte.

Taggia valuta l'introduzione di una tassa di soggiorno per i turisti, oggi tavolo di confronto con gli albergatori

Confronto stamani in Comune a Taggia tra gli albergatori, l’amministrazione comunale e Regione Liguria, sulla possibilità di introdurre una tassa di soggiorno per turisti. Gli imprenditori del mondo alberghiero si sono seduti allo stesso tavolo con l’assessore regionale al turismo Gianni Berrino, il sindaco Mario Conio, l'assessore alle attività produttive e vicesindaco Chiara Cerri, l’assessore al turismo Barbara Dumarte

L’incontro è durato alcune ore per affrontare le diverse sfaccettature dell’argomento. La tassa di soggiorno è uno degli aspetti collegati al ‘Patto per il turismo’. Taggia è uno dei comuni che ha scelto di aderire alla strategia comune e coordinata studiata da Regione Liguria per favorire i flussi turistici e migliorare anche l’appeal degli enti aderenti e quindi favorire l’imprenditoria locale che vive grazie a questo settore. “E’ stato un momento prezioso - ha confermato l’assessore regionale Berrino - Abbiamo presentato a livello locale l’assessorato e fornito agli albergatori una spiegazione di che cosa sia il patto turismo, parlando anche dell’eventuale introduzione della tassa di soggiorno”. 

Impressioni positive anche dal sindaco Mario Conio che ha sottolineato: "E’ stato un tavolo di confronto per trovare una soluzione condivisa. La categoria ha dimostrato volontà di collaborazione. Crediamo che l’eventuale introduzione della tassa di soggiorno debba essere un discorso condiviso anche dai comuni confinanti. In altre parole non possiamo applicarla soltanto noi. Non abbiamo ancora deciso a quanto corrisponderà questa tassa anche perché vogliamo valutare con attenzione le conseguenze che comporterebbe questa novità. Per farlo abbiamo stabilito di attuare un vero e proprio tavolo di studio da cui ne uscirà una bozza di regolamento che verrà poi presentata agli albergatori. L’incontro di oggi è stato solo il primo con questa categoria e ce ne saranno altri, così come con i rappresentanti dei comuni limitrofi. Abbiamo fatto capire agli imprenditori di questa categoria che l’introduzione della tassa di soggiorno avrà ricadute anche per il territorio, con parte della cifra destinata alla promozione e parte al miglioramento della città per gli aspetti legati al turismo".  

Non c'è ancora certezza sull'introduzione di questa tassa. L'amministrazione comunale ha manifestato l'intenzione di voler procedere in maniera celere. A livello attuativo c'è ancora parecchia strada da fare ma il Comune guarda con attenzione già alla prossima stagione estiva come possibile traguardo per avviare una sperimentazione. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium