/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Per disabili e anziani. lo scooter ha 6 mesi con batterie nuove visibile a firenze

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | martedì 12 dicembre 2017, 20:28

Sanremo: venerdì prossimo alle 21 a San Siro il concerto della Sinfonica e del coro 'Musica Nova'

Con il ‘Requiem di Mozart, concerto per orchestra, coro e solisti: soprano, mezzosoprano, tenore, basso. Ingresso libero.

Si svolge venerdì prossimo alle 21, presso la Concattedrale di San Siro a Sanremo, il concerto dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo e del Coro Filarmonico ‘Musica Nova’ con il ‘Requiem di Mozart, concerto per orchestra, coro e solisti: soprano, mezzosoprano, tenore, basso. Ingresso libero.

Mozart ci lasciò il suo Requiem incompiuto, come un poderoso torso marmoreo. Poco dopo la sua morte lo terminarono, quasi nel buio dell'anonimato, altre mani, ma da lui   ammaestrate e cresciute nello spirito della sua scuola. Circa 2 mesi dopo la morte di Mozart, la vedova consegnò al committente conte Walsegg la partitura completa della Messa funebre assicurandone l'autenticità, nel timore che il conte non accettasse un lavoro finito da altri e le chiedesse la restituzione della somma già versata a Mozart. In realtà Costanza aveva portato la partitura incompleta a Joseph Eybler affinchè la completasse.

Eybler però desistette e quindi il lavoro fu affidato a Sussmayr che completò l'opera avvalendosi sicuramente di appunti di Mozart. Nel Requiem che, già prossimo alla morte, Mozart sentiva di scrivere per sè, egli ci parla con fervida fiducia della redenzione. La dolce soavità del Flauto Magico (contemporaneo al Requiem) pervade anche quest'opera. Dalla contrita preghiera dell'Introito che invoca la pace eterna per I defunti si eleva il soave corale del soprano Te Decet Hymnus.  Al Confutatis, sugli orrori della dannazione aleggia il celestiale “voca me” delle voci femminili. Consolatrici speranze addolciscono la conclusione del cupo ed angosciato Lacrimosa.  Sempre e dovunque la lotta disperata delle creature si placa nella certezza della pace eterna. Così Mozart, pur vicino alla fine, continua a vedere nella morte la “vera e miglior amica degli uomini”, grazie alla sua semplice ma fermissima fede nell'immortalità.

Il Coro Musica Nova nasce ufficialmente a Sanremo nel 2008; le idee e il metodo del Maestro Paolo Caravati caratterizzano, insieme al repertorio, lo stile e il timbro del coro che lavora, in modo particolare, sulla cura dell’espressione vocale, con metodo e  disciplina. Ancora una volta il Coro Filarmonico Musica Nova collabora con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, insieme alla quale ha realizzato indimenticabili eventi, riscuotendo unanimi attestazioni di consenso e apprezzamento da parte del pubblico.

Dopo l’esecuzione del “Gloria” di Dvorak nel 2014 a Sanremo, il Concerto “omaggio al melodramma italiano” nel 2015 al Teatro Grande di Brescia, l’esecuzione della Missa Brevis “Rorate Coeli Desuper “di Haydn, nel 2016, l’esecuzione del “Gloria “di Vivaldi e del “Requiem “di Mozart, nel 2017 del “Te Deum “di Haydn e della grande messa di Mozart, eseguita per la prima volta a Sanremo.

Nell’ambito delle attività del coro ricordiamo: il CD “Locus Iste” nel 2012, la tournée a Coimbra, in Portogallo, gli scambi culturali con cori italiani e stranieri fino alla prima edizione del Festival delle corali Europee svoltosi a Sanremo e a Ventimiglia il 13/14 ottobre u.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore