/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | giovedì 07 dicembre 2017, 16:27

Ventimiglia: giornata storica per la città di confine, oggi termina l'attività sul parco Roya, via alla sdemanializzazione (Foto e Video)

Sul posto si sono dati appuntamento il Sindaco della città di confine, insieme a Confindustria e la parte sindacale. Un momento storico per Ventimiglia, che potrà sfruttare ben 300mila quadri in una zona ormai inutilizzata dalle ferrovie.

Termina da oggi l'attività sul parco Roya. La conferma è stata data nel primo pomeriggio di oggi dal Sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano. Si liberano aree fondamentali per lo sviluppo della e, grazie all'accordo di programma si libereranno molte aree in centro per la realizzazione di servizi.

Sul posto si sono dati appuntamento il Sindaco della città di confine, insieme a Confindustria e la parte sindacale. Un momento storico per Ventimiglia, che potrà sfruttare ben 300mila quadri in una zona ormai inutilizzata dalle ferrovie. C’è speranza di sviluppo, quindi, in chiave imprenditoriale e quindi anche per la creazione di posti di lavoro. Un traguardo importante, quello raggiunto, che ovviamente diventa anche un punto di partenza per ‘pensare’ al Parco Roya del futuro.

Il Sindaco Ioculano ha espresso ovviamente grande soddisfazione per quanto accaduto: “Per Ventimiglia è senz’altro un grande giorno, visto che abbiamo 300mila metri quadri su cui ragionare, perché c’è un primo passo concreto, con il fermo dell’attività per le ferrovie. Stiamo lavorando con il Demanio, la Regione ed il Ministero dell’Ambiente, per sdemanializzare ed arrivare all’insediamento di attività e creare lavoro. Dobbiamo tenere conto dell’accordi programma del 2014, per liberare alcune aree importanti in centro città. Tra queste, le aree dietro la stazione, al Campasso ed a Nervia, che possono essere utilizzate per servizi e parcheggi e dare uno sbocco alla città. Proprio per questo abbiamo lavorato per raggiungere questi obiettivi. Oggi è sicuramente un giorno da ricordare”.

Con il primo cittadino anche Claudio Bosio, segretario di Imperia e Savona della Cisl: “Finalmente Ventimiglia riesce ad avere un’area importante in zona strategica che può consentire l’arrivo di nuove imprese e posti di lavoro. La città di confine ha circa 5mila persone che vanno a lavorare in Costa Azzurra e purtroppo disoccupati tra i giovani. Utilizzare meglio aree dismesse ma non utilizzabili, significa dare strumenti ad una comunità che ha bisogno di creare e sviluppare migliori condizioni. Se arriveranno nuove imprese, Ventimiglia potrà finalmente essere definitiva la ‘cerniera’ e la ‘porta’ dell’Europa”.

La soddisfazione arriva anche dalla parte imprenditoriale, che oggi era rappresentata dal vice Presidente di Confindustria provinciale, Olimpio Lanteri: “E’ una opportunità che aspettavamo da decenni, per lo sviluppo del territorio e non solo di Ventimiglia. Sembrava impossibile e, invece, oggi siamo arrivati al traguardo. Dobbiamo sfruttare questa opportunità, sia con l’Amministrazione che con tutte quelle attività che potranno sfruttare questi spazi. Diverse aziende associate sono già interessate, ma sicuramente ci vorrà del tempo affinchè queste possano capire cosa effettivamente fare su queste aree”. 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore