Leggi tutte le notizie di INSIDER ›

INSIDER | lunedì 27 novembre 2017, 17:00

Imperia 104

Imperia 104, una in meno dell’anno scorso: è la posizione della nostra Provincia nella classifica 2017 stilata da Italia Oggi sulla qualità della vita nei capoluoghi italiani (vedi qui i risultati completi). Di questo passo, nel 2023 Imperia sarà in fondo alla graduatoria (110/110, la lode non è prevista), dove ora c'è Trapani, che ha scalzato Crotone.

In questa guerra delle insufficienze, il ponente ligure è l’anomalia che conferma la regola che al Nord si vive meglio rispetto al Centro-Sud. Benvenuti a Imperia, in un territorio ricco di bar, ristoranti, agriturismo, territorio dal clima invidiabile, dove la gente ama correre in riva al mare, bere tantissimi caffè in compagnia, accogliere amabilmente i visitatori stranieri. Tempo libero e turismo sono le uniche voci con ottimi punteggi nelle statistiche. Nelle categorie che riguardano l’ambiente, la criminalità e il disagio sociale, al contrario, la pagella è decisamente più buia. Elevato il numero di suicidi, elevato il numero di reati connessi al traffico di stupefacenti e allo sfruttamento della prostituzione, pochissimo il verde urbano, troppe le automobili con relativo inquinamento dell’aria, pessima la gestione dei rifiuti.

In pratica, Imperia ha gli stessi problemi di una grande città nel suo quadretto idilliaco del “sole tutto l’anno” (lo slogan è preso a prestito da un vecchio manifesto pubblicitario della Costa Azzurra…). Se è vero che ognuno di noi vive nel territorio che si merita ed è governato dai politici che si merita, la lezione è che il cittadino imperiese, da tanti anni, ha completamente smarrito la sua identità.

Posto che sono il primo a diffidare delle classifiche che pretendono di assegnare numeri e percentuali a una dimensione evanescente, difficilmente incasellabile, come la “qualità della vita”, la mia domanda è la seguente: per quanto tempo riuscirà a coesistere la sfera ludica (tempo libero e turismo), così apprezzata da chi vive e soggiorna in Riviera, con la sfera disastrata dell’ambiente e della criminalità? L’economia, il benessere, l’ecologia, sono elementi sempre più legati l’uno all’altro.

Imperia comprenderà e accetterà questa sfida?

Rileggi Insider: Imperia 103

Luca Re

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

venerdì 23 febbraio
(h. 17:00)
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore