/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 22 novembre 2017, 16:59

Ventimiglia: gli studenti di Roverino in visita alla SPES per parlare della Carta Costituzionale

"Ora parte un percorso di lavoro comune sui diritti fondamentali della nostra carta, che si abbinerà ad una ricerca sull'Africa che porteremo nelle scuole della Provincia” - ha commentato il presidente della SPES Matteo Lupi.

Visita gradita alla Spes di una delegazione di studenti di terza media del Plesso di Roverino della Cavour. Alle ore 14, accompagnati dalla professoressa Annunziata Venturelli, 26 allievi della Media di Roverino hanno incontrato i ragazzi della Spes in occasione dell'attività formativa del mercoledì. La Spes ha potuto così condividere con i ragazzi il progetto “Costituzione” attivato per ragionare sui 12 articoli fondamentali della Carta costituzionale, nel settantesimo anniversario della sua approvazione.

Commenta il Presidente Spes, Matteo Lupi: “Siamo felici di poter consolidare la collaborazione con le scuole medie di Roverino, già molta viva in campo educativo, visto il progetto di agricoltura sinergica seguito dalla Professoressa Roncari. Ora parte un percorso di lavoro comune sui diritti fondamentali della nostra carta, che si abbinerà ad una ricerca sull'Africa che porteremo nelle scuole della Provincia”.

Spes e Scuola Media lavorano fianco fianco anche in ottica di promozione della Cultura della Legalità, cooperando con LIBERA. "L'incontro ha ancora una volta confermato come sia facile battere della barriere culturali verso il “diverso” se a lavorare e cooperare insieme sono degli studenti!" - conclude Lupi.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore