/ POLITICA

In Breve

lunedì 10 dicembre
domenica 09 dicembre

POLITICA | martedì 21 novembre 2017, 10:33

Crisi politica a Imperia: Podestà dopo l'uscita del Pd dalla maggioranza: "Per noi non cambia niente. Attendiamo l'esito del Consiglio"

"Qui non si tratta di fare un dispetto a una o all’altra parte, ma solamente di agire per il bene comune"

Crisi politica a Imperia: Podestà dopo l'uscita del Pd dalla maggioranza: "Per noi non cambia niente. Attendiamo l'esito del Consiglio"

Dopo gli incontri di ieri mattina che hanno portato all’uscita dalla maggioranza del Partito Democratico, si è in attesa dei prossimi appuntamenti decisivi per l’amministrazione guidata dal Sindaco Carlo Capacci. Domani si terrà la conferenza dei capigruppo che dovrà decidere la data del prossimo Consiglio Comunale nel corso del quale si voterà la delibera proposta da Capacci sul rinvio dell’ingresso in Rivieracqua in attesa che si chiarisca la situazione societaria dopo l’istanza di fallimento presentata da Amat. Giovedì si riunirà la giunta nel corso della quale dovranno essere votate alcune importanti pratiche relative ai lavori pubblici.

Terminata la riunione, gli assessori del Pd, come annunciato ieri dal segretario cittadino Antonio De Bonis, si dimetteranno, nonostante ieri al termine dell’incontro con Capacci, la capogruppo Gianfranca Mezzera aveva annunciato che avrebbe relazionato al partito quanto emerso dalla riunione con il Sindaco e che, con molta probabilità l’uscita dalla maggioranza si sarebbe consumata solo dopo il Consiglio Comunale.

Non cambia invece la posizione dei socialisti di Imperia di Tutti Imperia per Tutti, che prima del Partito Democratico si erano detti pronti a ritirare le deleghe dell'Assessore alla Cultura Nicola Podestà. Ieri il capogruppo Roberto Saluzzo, anche lui presente all’incontro con il Sindaco, aveva chiarito di voler attendere l’esito del Consiglio. Alla luce dell’uscita del Pd dalla maggioranza, il parere è lo stesso.

Per noi non è cambiato niente. – spiega a Sanremo News Podestà, in giunta in rappresentanza dei socialisti – La nostra priorità è l’acqua pubblica e per questo abbiamo deciso di prendere ogni decisione solo dopo il Consiglio. Poi si vedrà il da farsi. Qui non si tratta di fare un dispetto a una o all’altra parte, ma solamente di agire per il bene comune”. 

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore