/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 20 novembre 2017, 18:33

Sanremo: mercoledì la decisione finale per il Luna Park in piazzale Dapporto dopo le proteste, i ritardi e il “no” del Casinò al Comune

In Giunta passerà la concessione dello spazio, ma intanto gli operatori hanno perso due settimane di lavoro e potrebbero dover chiudere prima del previsto

Gli operatori del Luna Park a colloquio con il Sindaco Biancheri

Mercoledì sarà il giorno decisivo per il Luna Park di Sanremo e per le circa 50 famiglie che lavorano per allestire le giostre. In Giunta passerà l’approvazione della concessione per lo spazio del piazzale Dapporto, l’ultima soluzione dopo il “no” al parcheggio dietro PortoSole e il gran rifiuto del Casinò a concedere il parking destinato ai clienti.

Venerdì pomeriggio, dopo la protesta dei giostrai in Comune, era nata l’ipotesi di portare il Luna Park nel posteggio della casa da gioco, dietro la vecchia stazione. Ma, dopo aver fatto i conti senza l’oste, Palazzo Bellevue ha dovuto incassare il secco “no” del Casinò, per nulla intenzionato a perdere posti auto in uno dei periodi clou dell’anno tra eventi natalizi ed esercizio in chiusura. Impossibile regalare posteggi e, quindi, ecco che si è cercata una soluzione alternativa.

Alla fine la soluzione sembra essere quella di piazzale Dapporto con una piccola appendice sulla ciclabile in prossimità della vecchia stazione. Anche se tutto deve ancora essere messo nero su bianco. Se tutto andrà per il meglio l’ok arriverà mercoledì e, molto probabilmente, il Luna Park potrà aprire per il primo weekend di dicembre, due settimane più tardi del previsto. Stando alla concessione originaria, infatti, l’apertura era prevista per sabato scorso, 18 novembre. Gli operatori, quindi, perderanno due settimane di introiti e, stando a quanto emerge, potrebbero anche dover chiudere i battenti prima del previsto.

La concessione per Pian di Poma, infatti, scadeva il 20 gennaio e non è detto che anche in piazzale Dapporto si possa stazionare fino a quella data. L’apertura in ritardo e la chiusura in anticipo, quindi, è più che un’ipotesi. Anche se l’accordo sulla data di chiusura deve ancora essere trovato e le parti stanno trattando.

Con la soluzione di piazzale Dapporto, inoltre, non dovrebbero essere particolari problemi per il posteggio, almeno fino alle 18. Al mattino e al pomeriggio, infatti, sarà a disposizione degli automobilisti il parking del Casinò. Si perderanno, quindi, solo 16 posti auto, fino alle 18. Il Luna Park ne occuperà 116, il Casinò ne donerà 100, ed ecco il “netto” di 16 posti. Certo, resta da capire come sarà gestito il sistema parcheggi quando alla sera, dopo le 18, il posteggio del Casinò non sarà disponibile, ma per questo sarà solo il tempo a dire la verità.

La location è ottima, incrementeremo il lavoro e speriamo di recuperare i giorni di chiusura – ha dichiarato ai nostri microfoni Kevin Herzemberger, rappresentante degli operatori del Luna Park – ringraziamo il Sindaco Biancheri e gli Assessori Biale e Trucco per la collaborazione dimostrata in questi giorni”.

Ora non resta che attendere mercoledì per il “via libera” definitivo.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore