/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. saranno disponibili a partire dal 70° giorno (intorno al 20...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 14 novembre 2017, 16:53

Monesi di Mendatica: casa inabitabile ma la corrente costa più di quando era utilizzata, la protesta

Un nostro lettore, tra l’altro presidente dell’associazione ‘Monesi Borgo Antico’, che da tempo si adopera per far tornare a splendere l’unica stazione sciistica della nostra provincia, questa volta ci ha scritto per contestare una fattura inviatagli da Enel Energia nel luglio scorso, relativa al bimestre maggio-giugno, per la sua abitazione di Monesi di Mendatica, che fa parte di quelle inabitabili.

Rinaldo Sartore

Monesi di Mendatica da quasi un anno è inagibile. Sono quindi inagibili tutte le abitazioni, anche quelle che non hanno subito alcun danno. L’abitabilità, infatti, è stata sospesa a tutti con ordinanza del 26 novembre dello scorso anno.

Un nostro lettore, tra l’altro presidente dell’associazione ‘Monesi Borgo Antico’, che da tempo si adopera per far tornare a splendere l’unica stazione sciistica della nostra provincia, questa volta ci ha scritto per contestare una fattura inviatagli da Enel Energia nel luglio scorso, relativa al bimestre maggio-giugno, per la sua abitazione di Monesi di Mendatica, che fa parte di quelle inabitabili.

“Nella bolletta la voce ‘spese per l’energia’ – ci scrive - è pari al 16,2% del totale fatturato e l’83,8% è giustificato con voci tipo ‘trasporto e gestione contatore’, ‘spese oneri di sistema’, ‘imposte’ ed altro. In altre parole l’importo relativo ad un consumo vicino allo zero è risultato superiore a quello pagato negli anni precedenti quando il consumo, dello stesso periodo, era intorno ai 40 Kwh. Anche in virtù dell’ordinanza, ho contestato la fattura precisando che, se fossi stato informato prima degli aumenti, sarei stato libero di sospendere la fornitura, cosa che ho fatto dopo la constatazione. Enel Energia mi ha inviato un sollecito di pagamento al quale hanno fatto seguire una ‘Intimazione di pagamento’. Sono proprio curioso di vedere se adiranno alle vie legali”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore