/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 24 ottobre 2017, 10:44

Parco Roya: Ioculano torna a Roma giovedì per la riunione con Regione, Demanio e Rfi

L’obiettivo è verificare lo stato d’avanzamento della pratica da parte degli altri enti e chiudere entro l'anno sdemanializzazione e messa in vendita delle aree.

Parco Roya: Ioculano torna a Roma giovedì per la riunione con Regione, Demanio e Rfi

Il Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano torna a Roma giovedì per chiudere entro l’anno la procedura della sdemanializzazione e la successiva messa in vendita delle aree del Parco Roya.

La riunione del Collegio di Vigilanza presso la sede del Demanio è stata sollecitata dall’Amministrazione di Ventimiglia poiché il Comune ha già predisposto tutto quanto stabilito dall’accordo di programma  tra Comune di Ventimiglia, Regione Liguria, Ferrovie e Demanio definendo il S.O.U. dell’area (citato altrove come “masterplan”) e ha dato tutto il proprio apporto per mettere Ferrovie nelle condizioni di predisporre la verifica idraulica, nell’ambito delle maggiori analisi ambientali richieste al momento della sottoscrizione dell’accordo.

“Per quanto riguarda il Comune, abbiamo terminato la nostra parte, ora sta agli altri enti adempiere a quanto di propria competenza. Ho sollecitato l’incontro per accelerare la pratica e verificare lo stato d’avanzamento e la posizione della Regione sul lavoro sinora svolto. Dopodomani verificheremo che il progetto preliminare per la messa in sicurezza dell’area (che sta predisponendo Ferrovie) sia approvato da tutti gli attori in campo e controlleremo le tempistiche previste per l’attuazione dell’accordo rispetto al cronoprogramma”.

Lo ha detto il Sindaco Enrico Ioculano, che prosegue: “Finalmente si potranno sviluppare le potenzialità produttive che questa città attende da anni. Come ripeto spesso, abbiamo lavorato a lungo alla pratica, insieme al Vice Sindaco Silvia Sciandra; con la messa in vendita del Parco Roja la città si potrà aprire a nuove occasioni lavorative, opportunità imprenditoriali e crescita economica. In questi tre anni di mandato ho sempre considerato questa zona commerciale, industriale e dedicata ai servizi una delle priorità dell’Amministrazione ed insieme al Porto e alla Zona Franca Urbana, pratiche su cui si è riversato il nostro massimo impegno e in cui stiamo portando a casa risultati importanti, rappresenta uno dei nodi principali per lo sviluppo della città per i prossimi anni”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium