/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 24 ottobre 2017, 12:26

Nuovi ascensori della Stazione Ferroviaria a Bordighera: "Opportunità per un lungomare più accessibile?"

Intervengono in questo modo Mara Lorenzi e Luca De Vincenzi per ‘Bordighera in Comune’, sulla questione degli ascensori alla stazione.

Nuovi ascensori della Stazione Ferroviaria a Bordighera: "Opportunità per un lungomare più accessibile?"

“Bordighera è l’unica cittadina dell’estremo Ponente ligure dove la ferrovia ancora corre nel cuore della città, separando il centro da una delle maggiori attrattive, la passeggiata pedonale lungo il mare. Purtroppo, l’accesso dal centro al lungomare non e’ facile per chi ha difficoltà ad usare le scale, da persone anziane che spesso hanno gradi di disabilità, alle famiglie che apprezzano tragitti percorribili con carrozzine. Gli accessi alternativi sono periferici ed hanno pendenze non facilmente gestibili. La progettazione della nuova isola pedonale in piazza della Stazione usa una rampa gradonata verso il sottopassaggio, da cui l’accesso al lungomare rimane poi attraverso le scale”.

Intervengono in questo modo Mara Lorenzi e Luca De Vincenzi per ‘Bordighera in Comune’, sulla questione degli ascensori alla stazione. “In questo contesto – proseguono i due esponenti - viene spontaneo guardare alla preziosa opportunità offerta dai due nuovi ascensori che Rete Ferroviaria Italiana sta installando nella Stazione di Bordighera per facilitare l’accesso al secondo binario. La Stazione è nel centro di Bordighera, e il marciapiede del secondo binario e’ separato dal lungomare solo dalla recinzione della ferrovia e da un lieve dislivello. Perciò, in presenza dei nuovi ascensori, interventi strutturali di piccola entità permetterebbero di connettere il centro città con il mare rendendo Bordighera più fruibile da parte di tutti”.

“In una Interpellanza che sarà presentata oggi in Consiglio Comunale, chiediamo all’Amministrazione se vede merito nel considerare i nuovi ascensori della Stazione Ferroviaria quale opportunità per facilitare la mobilità nelle zone più centrali e caratteristiche della città, con speciale riguardo alle persone anziane o disabili; e se ha interagito in questa direzione con i funzionari di Rete Ferroviaria Italiana o intende farlo”.  

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium