/ POLITICA

POLITICA | 24 ottobre 2017, 21:21

Bordighera: lunga discussione in Consiglio comunale sullo studio di fattibilità della nuova scuola dell’infanzia in via Napoli

"Se avessimo progettato la nuova scuola senza un parcheggio, mi avrebbe chiesto dove avrebbero parcheggiato le auto i genitori. Lo so che il fatto che stiamo costruendo una scuola nuova da fastidio, ma questi sono i fatti" ha detto l'Assessore Mariella.

Bordighera: lunga discussione in Consiglio comunale sullo studio di fattibilità della nuova scuola dell’infanzia in via Napoli

E’ stato lo studio di fattibilità della nuova scuola dell’infanzia in via Napoli, a tenere banco questa sera durante il Consiglio comunale di Bordighera. All’ordine del giorno proprio il progetto preliminare, non senza polemiche da parte dell'opposizione. 

“Sarebbe stato necessario un progetto complessivo - spiega Luca De Vincenzi - perché a quel punto avrebbe distribuito meglio i volumi in tutta l’area scolastica. Questo sarebbe stato utile per iniziare con il piede giusto. Voi avete, inoltre, finanziato un parcheggio, avete detto che volete dare una scuola sicura ai bambini, ma per adesso state dando loro un parcheggio in un’area scolastica e la scuola materna sicura rimane un sogno.” 

Problemi di traffico che non hanno convinto l’Assessore Mariella: “L’autorimessa ospiterà circa 43 auto - spiega - sicuramente meno di quelle attuali. Se avessimo progettato la nuova scuola senza un parcheggio, mi avrebbe chiesto dove avrebbero parcheggiato le auto i genitori. Lo so che il fatto che stiamo costruendo una scuola nuova da fastidio, ma questi sono i fatti.” 

“Quel parcheggio non era necessario - continua De Vincenzi - siamo andati dal Prefetto a chiare che quella rimanesse un’area verde.” Ad appoggiare l’intervento dell’Assessore Mariella anche il Sindaco di Bordighera Giacomo Pallanca: “La invito di venire il mattino alle 7.15 - ha detto Pallanca - e a vedere tutte le maestre che arrivano e parcheggiano lì.” 

“Se il corpo docenti ha bisogno di un parcheggio - ha controbattuto il Presidente del Consiglio comunale Mauro Bozzarelli - magari non facciamolo pagare ai cittadini. Vorrei chiedere, inoltre, qual è stato il motivo che ha spinto l’Amministrazione a cambiare le linee di mandato rispetto alla costruzione di una scuola. Quando ancora ne facevo parte si discusse sulla necessità di mettere in sicurezza i plessi scolastici, all’epoca mi fu mostrato un documento che mostrava come per intervenire su tutto sarebbero bastati 5 milioni di euro. I tecnici dissero che era una cifra superflua con cui si poteva costruire una scuola nuova -  la famosa di via Cagliari che tanto fece arrabbiare l’opposizione - e che potesse ospitare tutti gli alunni di Bordighera. Da allora nessun passo è stato fatto verso questa direzione, oggi ci troviamo davanti ad un progetto che costa più di quello di allora e che andrà ad ospitare solo una parte dei bambini di Bordighera.” 

“Il piano triennale dei lavori pubblici - ha risposto l’Assessore Maccario - impiegava una cifra di 11 milioni di euro per costruire la scuola di cui parla ed era subordinato ad un’operazione immobiliare che il mercato impedisce di fare e dove il Comune avrebbe ottenuto un terreno di 10 mila mq. Sarebbe stato bello realizzarla, ma purtroppo non si è potuto.” Il progetto preliminare è stato approvato con due voti contrari e tre astenuti dal Consiglio comunale. 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium