/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | domenica 22 ottobre 2017, 07:23

La Croce Bianca di Imperia a gennaio rischia di rimanere senza sede. Trincheri: "Troppo caro l'affitto. Abbiamo dato disdetta"

Trincheri ha spiegato che la sede, oggi in affitto perché ai tempi del fascismo è stata ceduta alla Croce Rossa nazionale, è diventata troppo onerosa. Si parla di un affitto di tremila euro al mese. I problemi di bilancio hanno reso il pagamento sempre più difficoltoso

La Croce Bianca di Imperia a gennaio rischia di rimanere senza sede. Trincheri: "Troppo caro l'affitto. Abbiamo dato disdetta"

Da gennaio la Croce Bianca di Imperia rischia di rimanere senza sede. Lo ha annunciato ieri il presidente della pubblica assistenza Roberto Trincheri a margine dell’incontro sulla presentazione dei due nuovi automezzi. (Leggi QUI)

Trincheri ha spiegato che la sede, oggi in affitto perché ai tempi del fascismo è stata ceduta alla Croce Rossa nazionale, è diventata troppo onerosa. Si parla di un affitto di tremila euro al mese. I problemi di bilancio hanno reso il pagamento sempre più difficoltoso.

La Croce Bianca di Imperia, - ha detto Trincheri a Sanremo News - da quando è stata ricostituita, la sede, nonostante fosse quella storica costruita dai soci fondatori, è stata ceduta al tempo della soppressione, insieme ai beni strumentali, allo Stato. Quando siamo stati ricostituiti ovviamente abbiamo dovuto iniziare a pagare l’affitto che si è elevato sempre in maniera continua e oggi ci toccava spendere più di tremila euro al mese, cifra che le nostre casse non ci possono permettere. Abbiamo chiesto disdetta alla Croce Rossa. Pertanto ufficialmente da gennaio siamo senza una sede. La nostra idea sarebbe quella di rivedere l’affitto, possibilmente a cifre più accessibili, rimanere dove siamo nati. Certo è che se questo non sarà possibile, anche perché in questo momento c’è un po’ di confusione all’interno dell’ente beni strumentali, quindi non si capisce bene con chi bisogna parlare, staremo a vedere. Sicuramente cercheremo di essere presenti sul territorio, fare quello che facciamo e continuare a farlo. Io oggi l’appello l’ho lanciato, spero che anche il Sindaco che ha sempre dimostrato interesse presso la nostra associazione, possa fare qualcosa. Il problema vero è che servono degli spazi che attualmente a Imperia non ci sono perché abbiamo una quindicina di automezzi e abbiamo bisogno di una sala militi. L’ideale sarebbe riuscire andare a rivedere l’affitto a cifre che possiamo permetterci”.


Andrea Gavi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore