/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 21 ottobre 2017, 15:48

A scuola di ‘archeologia’, esperienza unica e motivante per gli alunni delle classi quinte della primaria ‘Alba Filipponi’ di San Bartolomeo al Mare

Grande opportunità per gli alunni delle classi V A e V B della scuola primaria ‘Alba Filipponi’ di San Bartolomeo al Mare che venerdì 20 ottobre, accompagnati da genitori e insegnanti, si sono recati al sito archeologico di Ventimiglia, presso il Sepolcreto tardo antico della città romana di Albintimilium, nell’area della Porta Nord delle mura settentrionali.

"Con la guida degli Archeologi dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, in primis i coordinatori degli scavi, Daniela Gandolfi e Lorenzo Ansaldo e dell’antropologa Valeria Amoretti... hanno potuto approfondire le tecniche di una professione appassionante e suggestiva ma anche attenta e accurata ai più minuti particolari ed osservare dal vivo i pregevoli sarcofaghi in pietra rinvenuti pressoché intatti.

Con partecipazione attiva e motivata si sono poi cimentati, a turno, nella pratica del lavoro attraverso l’utilizzo della ‘trowel’ (pronuncia: ‘traul’), simile ad una cazzuola, in acciaio forgiata in un pezzo unico, per non spezzarsi durante il lavoro. Inoltre, armati di pennelli, spazzolini e ‘olio di gomito’ hanno sperimentato la pulizia dei reperti.

Entusiasti di aver avuto l’opportunità di approfondire sul campo e in modo diretto e indelebile quanto appreso sui banchi scolastici, gli alunni, congiuntamente a insegnanti e genitori, ringraziano gli esperti e auspicano di poter vivere in futuro altre esperienze analoghe”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore