/ POLITICA

POLITICA | venerdì 20 ottobre 2017, 16:27

Sanremo: con Di Meco nel Cda di Amaie Energia Gorlero e Ramoino, il saluto di Albanese "Abbiamo ottenuto risultati importanti"

Il fatturato dell'asta deposito è passato in 4 anni da 2,5 a 6,2 milioni di euro. La partecipata è passata dai 'libri in tribunale' ad un discreto fatturato. E sale anche la raccolta differenziata: oggi al 58,5% con un trend positivo dell'1% al mese.

Sanremo: con Di Meco nel Cda di Amaie Energia Gorlero e Ramoino, il saluto di Albanese "Abbiamo ottenuto risultati importanti"

Mercoledì era arrivata la conferma della Presidenza per Giuseppe Di Meco, questa mattina anche quella dei componenti del Cda di Amaie Energia, eletti al termine dell’assemblea dei soci. Si tratta di Andrea Gorlero, che già faceva parte dell’esecutivo, e di Tiziana Ramoino, indicata dai Comuni.

Una nomina, quella di Di Meco, che era praticamente certa fin dalle dimissioni dello stesso da Assessore, all’epoca del rimpasto di Giunta voluto dal Sindaco Alberto Biancheri. Dopo l’ufficializzazione del nuovo Direttore Generale dell’azienda che gestisce il servizio di spazzamento e di raccolta dei rifiuti a Sanremo, il savonese Giorgio Prato, da oggi l’azienda ha anche il nuovo presidente ed il nuovo Cda.

Abbiamo sentito in proposito l’ex Presidente, Mauro Albanese, molto soddisfatto del lavoro svolto in questi 5 anni: “Lascio un’azienda sana che può seriamente pensare ad occuparsi in un prossimo futuro della gestione dei parcheggi. Abbiamo fatto 5 anni di amministrazione e 4 di gestione del mercato. Non nascondo la soddisfazione di essere passati dai libri in tribunale ad utili discreti. Siamo passati da un fatturato dell’asta deposito da 2,5 milioni, agli attuali 6,2 in quattro anni, un risultato di tutto rispetto”.

Altro risultato raggiunto dal Cda uscente, in tema di gestione del Mercato dei Fiori, l’utilizzo dei magazzini, che oggi sono quasi completamente occupanti, a conferma che oggi il plateatico è tornato ad essere ‘calcato’ da produttori e commercianti: “Non ci nascondiamo dietro a un dito – ci ha detto Albanese in merito – perché sappiamo benissimo che non sarà mai più il mercato di una volta. Ma, in 4 anni abbiamo avuto una buona inversione di tendenza, facendolo tornare il punto di riferimento di produttori e commercianti”. Tra i risultati raggiunti anche le innovazioni importanti come la garanzia del credito. Oggi, infatti, i produttori ricevono regolarmente il pagamento a 30 giorni dalla fattura e, su richiesta anche direttamente al ricevimento della fattura.

C’è un altro fatto importante in chiave Mercato dei Fiori e per il futuro. Vista l’attuale età media dei produttori, che si è abbassata notevolmente (oggi ci sono imprenditori della floricoltura con una serie di eccellenze), le prospettive sono di ulteriore aumento.

Qualche nota dolente è arrivata in questi ultimi tempi dall’Igiene Urbana, ma dopo un inizio zoppicante della raccolta differenziata a Sanremo, sono arrivati anche risultati importanti. Ora si vedono segnali di miglioramento importanti ed il dato ultimo della raccolta, arrivato questa mattina, è del 58,5%, con un trend di crescita dell’1% al mese. Albanese ha terminato con i classici ringraziamenti: “Vanno a tutti quelli che hanno reso possibile tutto ciò – ma sono anche certo che il prossimo Cda farà meglio di noi. Auguro a loro ed a tutti i dipendenti un buon lavoro”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore