/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 19 ottobre 2017, 10:57

Imperia: Comitato di genitori furioso con la Rt "Troppi ragazzi vengono lasciati a terra al mattino!"

"Gli autobus passano stracolmi di studenti e sono impossibilitati a caricarne altri. Coloro che riescono in qualche modo a salire sugli automezzi, devono stare in piedi, pressati l’uno con l’altro e spesso accusano malori".

Un comitato di genitori di alunni che utilizzano il servizio di trasporto pubblico locale, ci hanno scritto per denunciare la situazione sulla tratta Riva Ligure-Imperia.

“La Riviera Trasporti – scrivono i genitori - ogni mattina puntualmente lascia a piedi i ragazzi che devono recarsi presso i vari Istituti Scolastici. Gli autobus passano stracolmi di studenti e sono impossibilitati a caricarne altri. Coloro che riescono in qualche modo a salire sugli automezzi, devono stare in piedi, pressati l’uno con l’altro e spesso accusano malori. I Comuni versano in rate semestrali, in quota parte, somme consistenti destinate al funzionamento di tale servizio”.

I genitori chiedono in che modo vengono utilizzate queste somme viste le continue carenze del servizio. Sempre secondo il Comitato è fondamentale aumentare il numero di pullman nella fascia oraria compresa tra le 6.50 e le 7:20. “Gli studenti pagano puntualmente gli abbonamenti – proseguono gli arrabbiatissimi genitori - contribuendo in solido con i Comuni a cui appartengono al buon funzionamento del servizio trasporti”.

“Alcuni Dirigenti Scolastici – terminano i genitori - per loro giusta organizzazione interna, non ammettono ritardi in ingresso e non consentono agli studenti di rientrare per l’intera giornata. Tanto più che il fenomeno non è sporadico ma continuo”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore