/ CRONACA

CRONACA | martedì 17 ottobre 2017, 14:30

Ventimiglia: diffamarono su Facebook il Sindaco Enrico Ioculano. Due donne a processo

Le due avevano additato il primo cittadino come “Bastardo” e “Merda” e per questo, dopo la denuncia da parte di Ioculano, era arrivato il decreto penale di condanna a cui si erano opposti i loro avvocati, Francesco Fazio e Ramez El jazzar

Ventimiglia: diffamarono su Facebook il Sindaco Enrico Ioculano. Due donne a processo

Come sempre più spesso accade ai cosiddetti “leoni da tastiera” ovvero coloro che vomitano odio tramite i social network, le vicende si concludono nelle aule dei tribunali. È successo a due donne che avevano offeso su Facebook il Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano in merito a una notizia del 2015 relativa allo sgombero dei no borders dall’area pineta.

Le due avevano additato il primo cittadino come “Bastardo” e “Merda” e per questo, dopo la denuncia da parte di Ioculano, era arrivato il decreto penale di condanna a cui si erano opposti i loro avvocati, Francesco Fazio e Ramez El Jazzar. Il Gip Massimiliano Rainieri ha così citato in giudizio le due donne e questa mattina si è svolta la prima udienza del processo che vede imputata però solo una delle due donne, in quanto l’altra, difesa dall’avvocato El Jazzar, ha riparato all’offesa provocata al Sindaco.

Va avanti invece il processo per l’altra donna, assistita dall’avvocato Fazio, che, con la frase “Ioculano bastardo” ritiene di avere esercitato il proprio diritto di critica politica. Un caso simile si è concluso alcune settimane fa proprio nel tribunale di Imperia, dove è stato condannato un sanremese, reo di aver diffamato il presidente del Consiglio Comunale della città dei fiori Alessandro Il Grande. (Leggi QUI).

Un altro caso recente dibattuto nel tribunale di Imperia, di diffamazione tramite social network, aveva visto protagonisti la capogruppo del MoVimento 5 Stelle Silvia Malivindi, accusata e poi assolta per aver diffamato tramite Facebook il presidente della Casa della Legalità Christian Abbondanza. (Leggi QUI).

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore