/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

Parrot Bebop 2 con skycontroller, visore, 16 eliche di ricambio, un telaio nuovo due batterie di cui una maggiorata...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | lunedì 16 ottobre 2017, 12:50

Da Vinicio Capossela a Massimo Ranieri, da Carmen Consoli a Brunori Sas: conto alla rovescia per il Premio Tenco 2017

Giovedì doppio appuntamento con il Ministro Valeria Fedeli e Roberto Vecchioni

C’è grande attesa per l’edizione 2017 del Premio Tenco, l’attesissima rassegna della canzone d’autore che ogni anno richiama in città i grandi nomi della musica nazionale e internazionale.
L’appuntamento è da giovedì 19 a sabato 21, sempre al Teatro Ariston, la “casa” del Tenco.

Tanti i nomi di prestigio in tabellone: da Vinicio Capossela Massimo Ranieri, da Carmen Consoli a Brunori Sas passando per il fado portoghese di CamanéSergio CammariereEx-Otago e tanti altri. 

La città sarà coinvolta in una settimana di eventi, una Sanremo ricca di appuntamenti per tutti coloro che amano la musica e ogni fora artistica. 
Degna di nota anche la concomitanza con Area Sanremo, il concorso canoro che porta due giovani sul palco dell'Ariston al Festival di Sanremo, sinergia che è stata sottolineata in conferenza stampa dal presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica Maurizio Caridi.

Ringrazio tutti coloro che lavorano per questo evento - ha detto il Sindaco Alberto Biancheri in conferenza stampa - gli ingredienti sono buoni, leggendo i nomi si vede che è un Tenco in crescita e mi piace molto anche l'idea del connubio tra Tenco e giovani. Si parla di 450 presenze alberghiere. Credo che il Tenco non sia solo un evento che dà un ritorno economico, ma dietro c'è una storia che vogliamo salvaguardare”.

Ecco il programma completo:

Giovedì 19
ad aprire la rassegna sarà, quindi, Giuliano Sangiorgi, che va ad aggiungersi ad un altro ospite d’eccezione: la cantantessa Carmen Consoli. Protagonisti della serata, tutti i vincitori delle Targhe Tenco 2017Lastanzadigreta, Ginevra Di Marco, Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro, I musicisti  di  Lolli e Brunori Sas.  

Venerdì 20: sarà la volta dei Premio Tenco come operatori culturali, Massimo Ranieri che si esibirà con L’Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta da Mauro Pagani e Camané. Quindi, Juan Carlos Flaco BiondiniPeppe Voltarelli, i giovani e poliedrici Dinatatak e Massimo Priviero.  

Sabato 21: sul palco, il Premio Tenco artista dell’anno, Vinicio Capossela, poi Sergio Cammariere, Alessio Arena, Ex-Otago, Gualtiero Bertelli, Bobo Rondelli.


Novità di quest’anno è il reinserimento della parte congressuale. Cantautori a scuola è il titolo del convegno, organizzato dal Club Tenco, che accompagnerà la full immersion nella musica d’autore da mattina al tardo pomeriggio, quando eventi e spettacoli diversi andranno in scena alla Pigna, quartiere nel cuore della vecchia Sanremo. 
Per la prima volta  un tavolo di lavoro con operatori della scuola, della musica, della cultura, giornalisti, artisti e istituzioni si confronteranno, come da titolo, sulla grande tematica che da qualche anno viene posta all’evidenza delle cronache, soprattutto dopo l’assegnazione del Premio Nobel a Bob Dylan: la canzone d’autore sarà insegnata nelle scuole?
Moderatore delle giornate sarà il giornalista Sergio Staino. Tra le istituzioni, ha già confermato la sua presenza il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della RicercaValeria Fedeli. Tra gli invitati il ministro della CulturaDario Franceschini, operatori del settore musicale ed esponenti di SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori e Nuovo Imaie. Tra gli artisti invece ha già dato la sua conferma Roberto Vecchioni

CD, “Il Cantautore” ed eventi nella Pigna: come annunciato, il Premio Tenco 2017, sarà occasione per vedere i risultati di un progetto lungo anno in cui sono insite diverse produzioni culturali del Club Tenco: libri, dischi tematici, eventi e il potenziamento della pubblicazione della rivista "Il Cantautore". Il cd Multifilter va in questo senso: è un lavoro di ricerca sul mito e la memoria della figura del padre nella canzone al quale, sotto la regia di Sergio Secondiano Sacchi, hanno collaborato prestigiose firme e studiosi della musica d’autore, e sarà disponibile dai giorni della Rassegna in poi.

Sempre a partire dal 19 ottobre, sarà a disposizione “Il Cantautore” storica rivista di cui è fautrice il Club Tenco, con dettagli e approfondimenti sulla Rassegna 2017 e sugli artisti che ne prenderanno parte. Non per ultimi, gli eventi alla Pigna in collaborazione con l’Associazione Pigna Mon Amour. La parte storica della città di Sanremo ospiterà, anche quest’anno una serie di appuntamenti pomeridiani, presentazioni e incontri tematici, con prestigiosi nomi nazionali e internazionali della musica d’autore: da Alessio Lega a Iannis Papaioannou e Haris Iatros. 

La Rassegna della Canzone d'Autore (Premio Tenco 2017) è organizzata dal Club Tenco con il contributo del Comune di Sanremo, SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, Casinò di Sanremo, Regione Liguria, Camera di Commercio delle Riviere di Liguria, Coop Liguria e Royal Hotel, è in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 19 al 21 ottobre. Media partner della manifestazione, Rai Radio1. Le prevendite sono aperte e da quest’anno è stato abolito il diritto di prevendita, quindi i biglietti hanno lo stesso prezzo sia in prevendita che al botteghino. Per info e prevendite premiotenco.it, clubtenco.it, aristonsanremo.com. 

Il saluto del Ministro Dario Franceschini

Cari amici del Club Tenco,

vi ringrazio vivamente per l'invito a partecipare al convegno sui cantautori a scuola da voi organizzato nell'ambito di questa Rassegna Tenco. Essendo impossibilitato a partecipare personalmente e nella speranza che vi risulti utile, ho scritto alcune veloci riflessioni su quei temi che ho capito avete giustamente messo alla base del vostro convegno. Ringraziandovi per il lavoro culturale che portate avanti indefessamente da tanti anni, vi saluto cordialmente.

La canzone d'Autore esplora quel territorio di confine in cui si incontrano e si mescolano musica e poesia. L'intreccio tra due alte forme espressive che insieme producono un genere nuovo. Quasi un ritorno alle origini, a ritroso nei millenni, in quell'antica Grecia in cui i grandi poeti erano allo stesso tempo musici.
Le due arti hanno poi apparentemente intrapreso sentieri diversi, ma il legame è rimasto in profondità, come un fiume carsico, ed è più volte riaffiorato felicemente, la storia è disseminata di esempi, dai trovatori provenzali alla fine del XI secolo fino alla straordinaria esperienza dei Cantacronache di Torino che nel '57 coinvolse mostri sacri della letteratura del calibro Italo Calvino, Franco Fortini, Gianni Rodari e Umberto Eco.

Credo sia ormai patrimonio comune la consapevolezza che esistono canzoni dal valore letterario e poetico in cui la qualità del testo è parte integrante, insieme alla musica, della loro forza espressiva. Parole e note in grado di suscitare emozioni, di affabulare e colpire, di esprimere l'intensità e le contraddizioni che albergano nell'animo di ciascuno di noi.

Canzoni d'Autore alle quali va riconosciuta, senza snobismi accademici, la dignità intellettuale e culturale che meritano. Opere d'arte, che hanno saputo esprimere lo spirito del tempo, e a volte lo hanno anticipato.
Un clima di nuova consapevolezza che deve valere anche per il mio Ministero: L'Italia ha ereditato dai secoli passati uno straordinario patrimonio culturale ma esserne orgogliosi non significa rimanere prigionieri dell'idea che la cultura sia solo quella sedimentata e cristallizzata e non apprezzare e valorizzare quanto l'arte, e in questo caso la musica contemporanea hanno saputo esprimere. Si tratta di Cultura con la maiuscola.

La decisione dell'accademia di Svezia di assegnare il Premio Nobel per la letteratura a Bob Dylan è paradigmatica, e per quanto abbia suscitato discussioni e confronto, indica una bussola : la poetica in musica è letteratura. Per questo ritengo sia giusto farla conoscere sempre di più alle nuove generazioni ed introdurla nei programmi scolastici.

E' importante trovare spazio a scuola per questa forma d'arte: per i nessi semantici, sintattici e linguistici, per le citazioni, e i rimandi spesso nascosti nei testi ma soprattutto perché è nutrimento dello spirito, perché si spinge nel profondo delle emozioni, perché aiuta ed esprimere i sentimenti e ad elaborare un pensiero critico. Credo inoltre, senza volermi sostituire a pedagoghi e insegnanti, che possa avere un potenziale straordinario: l'interesse e l'empatia che le canzoni d'autore possono suscitare nei ragazzi potrebbero alimentare una sensibilità artistica e una competenza linguistica necessari per affrontare con rinnovato interesse lo studio della letteratura "classica".

I cantautori per capire l'italiano e gli italiani: ascoltarli e "leggerli" è una esperienza che ci restituisce in filigrana il racconto della nostra società, le passioni, i cambiamenti e le contraddizioni che hanno attraversato il Paese, un frammento di quello che siamo stati e di quello che siamo.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore