/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | giovedì 12 ottobre 2017, 17:26

Domenica escursione in téra brigasca (& Notre Dame des Fontaines) con Monesi Young

Da Tende a La Brigue e Notre Dame des Fontaines nel folklore della Fete du Brebis Beigasque

 

Noi siamo il nostro passato.
La Brigue, in Francia. Terra di frontiera, terra di passaggio, dove si parla il Brigasco. Da qui trae origine una razza di pecore, quasi a rischio di estinzione, la Brigasca per l’appunto, sviluppatasi in queste terre, tra Briga Alta (Italia) e La Brigue (Francia), un tempo il più importante centro pastorale dell'area al confine tra Liguria, Piemonte e Provenza.
Se in Italia la toma di pecora brigasca è un presidio Slow Food, in queste zone se ne valorizza anche la lana. 
La Brigue nel tempo è stata alternativamente francese, italiana e poi ancora francese ma innanzitutto, da sempre, è occitana: qui si parla il brigasco, un dialetto compreso di qua e di là dalla frontiera, che discende dall'antica lingua d'Oc. 

Sarà un viaggio nel tempo: dall'antico e ricco borgo di Tenda, un tempo importante accesso per il Piemonte partiremo per raggiungere La Brigue, circondati dal meraviglioso arcobaleno di colori dipinti dall'autunno nel bosco che si affaccia spesso sulla valle Roya ed i suoi suggestivi borghi così simili a quelli del nostro entroterra.
Raggiunto il paesello lo si attraverserà godendo di un assaggio di ciò che aspetterà al ritorno: la festa della pecora brigasca. 
Continuando il cammino attraverseremo un bosco sensoriale, che condurrà alla famosa chiesetta di Notre Dame des Fontaines, alla quale la ricchezza degli affreschi conservati all'interno ad opera del Canavesio conferisce il titolo di Cappella Sistina delle Alpi. 
Dopo sittanta bellezza si farà ritorno a La Brigue e terminare la giornata immergendosi nell'atmosfera magica della festa, dove il tempo sembra essersi fermato agli anni delle transumanze in tèra brigasca

INFO: 
Barbara Campanini - GAE Liguria iscritta Aigae: 346.7944194
Mara Pedrazzi - GAE Liguria iscritta Aigae: 333.5824314

RITROVO
h 7.00 parcheggio Agnesi, Oneglia oppure
h 9.00 stazione dei treni di La Brigue dove attenderemo il bus navetta per Tenda
(Munirsi di € 1,50 per il biglietto)

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore