/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | giovedì 12 ottobre 2017, 11:49

Camporosso: domenica la cipolla egiziana sarà protagonista della Giornata FAI d'autunno

“Si conosceranno i tesori d'arte delle chiese antiche e i frantoi testimoni della civiltà agricola del passato e si visiteranno moderne aziende attrici di un’agricoltura fatta di innovazione e biodiversità”

Lo scrittore polacco Henryk Sienkiewicz, Premio Nobel per la letteratura nel 1905, disse "Io credo che ogni persona abbia due patrie: una è la sua personale, più vicina, e l'altra è l'Italia". Parole che ci fanno riflettere sul fascino che la nostra patria esercita sugli stranieri e sul dovere che abbiamo di custodire questa terra affascinante. Quindi “ricordiamoci di salvare l'Italia” con il Fondo Ambiente Italiano con la campagna di raccolta fondi aperta per il mese di ottobre, il cui evento centrale sarà la Giornata FAI di autunno, domenica 15 ottobre.

La Presidente Regionale FAI Liguria, l’Architetto Roberta Cento Croce dice: “È una Liguria multicolore quella che si presenterà nella Giornata FAI d’Autunno. La Liguria dei naviganti e dei mercanti, dei contadini e dei pittori; dei santuari, dei palazzi, delle ville e degli aeroporti, dell’antico e del moderno: un territorio speciale che incontra l’ingegno dei suoi abitanti. Invito tutti ad approfittare delle aperture straordinarie proposte dai Gruppi Giovani e dalle Delegazioni liguri del FAI: in  tanta bellezza troveranno un pezzo di sé stessi e le proprie radici e ne saranno fieri. Ringrazio i giovani e i meno giovani del FAI che ancora una volta regaleranno alla nostra terra una giornata felice”.

 

Con il Gruppo FAI Giovani e la Delegazione di Imperia si andrà a Camporosso: arte e civiltà contadina. Passato, presente e futuro di un borgo e della sua campagna.
Si conosceranno i tesori d'arte delle chiese antiche e i frantoi testimoni della civiltà agricola del passato e si visiteranno moderne aziende attrici di un’agricoltura fatta di innovazione e biodiversità: l'azienda di Marco Damele che coltiva la cipolla egiziana ligure e il sito del Gruppo Archimede Ricerche che produce microalghe.

 

La Delegazione di Albenga-Alassio propone una passeggiata nel borgo di Villanova d'Albenga: arte e  storia a Santo Stefano di Cavatorio e all'oratorio di San Giovanni Battista e, per il tema "FAI e Carabinieri - Una sinergia a tutela dell'ambiente", la visita riservata agli iscritti FAI agli elicotteri del Comando XV Nucleo Elicotteri Carabinieri: con la “nuova” Arma arricchita dall’apporto del Comparto Forestale si parlerà di tutela dell'ambiente.

Col Gruppo FAI Giovani e la Delegazione di Savona si andrà al Santuario della Madonna di Savona, cinque secoli di fede, storia e arte: la piazza del cinquecentesco Santuario di N.S. della Misericordia con la fontana, i palazzi monumentali, la Cappella della Crocetta e il Museo del Santuario, è una delle più scenografiche della città, resa ancor più suggestiva dal lussureggiante contesto naturalistico circostante.

Il Gruppo FAI Giovani di Genova presenta l'antica "city" di Genova: le sedi e le piazze della finanza e del commercio tra XII e XIX secolo.
Un percorso nella Genova grande centro finanziario e commerciale internazionale dal XII al XIX secolo, da Palazzo San Giorgio, dal 1407 la sede del Banco di San Giorgio, la banca più antica del mondo, a Piazza Banchi nella sua sontuosa veste cinquecentesca, con la Loggia della Mercanzia che dal 1855 fu sede della prima Borsa Merci e Valori d'Italia.

La Delegazione di Portofino-Tigullio col Gruppo FAI Giovani conduce alle origini di una residenza patrizia di Sestri Levante.
Villa Massone, residenza patrizia genovese del XVII secolo. La vocazione agricola del territorio la rese ìoltre che luogo di villeggiatura, il centro di un’efficiente azienda agricola. L'architettura, i giardini e gli affreschi seicenteschi mantengono a Villa Massone il suo sapore di villa genovese dell'epoca.

Il Gruppo FAI Giovani di La Spezia va a Riomaggiore e Manarola: tutto quello che non è mai stato scoperto.
A Manarola si visitano i terreni terrazzati dell'Anfiteatro dei Giganti, una vallata di straordinaria bellezza. A Riomaggiore si percorre l’intero paese, dai "trogi" presso la Marina alla chiesa romanica di S.Giovanni Battista, sino al suggestivo sito della Torre Guardiola dove la "Batteria Antinave C.A.Racchia" ospita oggi strutture ricettive e sale studio per studenti internazionali.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore