/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 12 ottobre 2017, 13:49

Imperia: agevolazioni alle imprese che investono sulla statale 28, ma il bando va deserto. La denuncia della Cgil

Fellegara: "Il bando di concorso che dava questa possibilità si è aperto nella prima settimana di aprile ed è andato clamorosamente deserto. Nessuna impresa della nostra provincia ha ritenuto di cogliere questa opportunità e di investire sul territorio"

La statale 28 riceve lo status di area di crisi non complessa, un riconoscimento governativo dedicato alle aree industriali che vivono momenti di forte crisi e che consente alle imprese di investire a tassi agevolati. Purtroppo però nessuna impresa ha creduto nello sviluppo dell’area e il bando previsto nei mesi scorsi è andato clamorosamente deserto.

Lo racconta il segretario provinciale Cgil Fulvio Fellegara che ha seguito la vicenda in prima persona.

Nella statale 28 all’inizio dell’anno siamo riusciti a veder riconoscere lo status di area di crisi non complessa. – spiega - Il ragionamento parte successivamente alla grossa crisi che ha colpito Savona dove è stata riconosciuta l’area di crisi complessa, che dà anche la possibilità di proroga sugli ammortizzatori sociali e tutta una serie di interventi specifici.

La Regione Liguria ha avuto la possibilità di individuare aree di crisi non complessa, per un totale di 219 mila residenti coinvolti. Rispetto a questo limite previsto dal governo, si è intervenuti andando a individuare un’area nello spezzino, una nel genovese ed era rimasta la possibilità di individuare delle aree anche nella nostra provincia. Ci siamo spesi tanto, abbiamo contribuito a questa discussione, individuando nell’area di Imperia, l’area che stava soffrendo dal punto di vista industriale, ed eravamo nel pieno della discussione su Agnesi.

purtroppo i limiti di residenti non consentivano di inserire tutta la città di Imperia. È rimasta però come zona indicata una parte della statale 28, la dorsale industriale a ridosso di Imperia. In quell’area è possibile riuscire a fare investimenti per aziende industriali o di servizi alle industrie, e avere prestiti a tasso agevolato per poter fare impresa.

Il bando di concorso che dava questa possibilità si è aperto nella prima settimana di aprile ed è andato clamorosamente deserto. Nessuna impresa della nostra provincia ha ritenuto di cogliere questa opportunità e di investire sul territorio. Un elemento assoluto di preoccupazione che noi rimarchiamo. A dicembre ci sarà la seconda apertura del bando per questa opportunità che pensiamo non debba essere sprecata. Crediamo che il territorio meriti delle occasioni e non vorremmo mai che, andando deserto ancora questo bando, per il futuro non si possano cogliere ulteriori possibilità. E allora è il caso che anche su questo argomento si facciano delle riflessioni e chi di dovere possa intervenire
”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore