/ Ventimiglia Vallecrosia...

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Ventimiglia Vallecrosia Bordighera | lunedì 09 ottobre 2017, 13:02

Vertice in Prefettura a Cuneo sul Tenda bis: sul tavolo i tempi di riapertura del cantiere

Convocati i vertici Anas. Si discuterà anche dell'ordinanza che vieta il passaggio dei tir in Valle Roya

L'ultimo sopralluogo aperto ai giornalisti al cantiere del Tenda bis, dello scorso 23 marzo 2017

Vertice in Prefettura a Cuneo, domani martedì 10 ottobre, per provare a scrivere una data certa sui tempi di riapertura del cantiere del Tenda bis, fermo ormai dal 24 maggio scorso, a seguito del sequestro probatorio del cantiere su entrambi i versanti e del complesso delle opere di contenimento da parte della Guardia di Finanza. 

Il dissequestro del cantiere è dello scorso 11 agosto, cantiere che avrebbe dovuto riaprire nel giro di un mese, il tempo necessario per consentire la riassunzione degli operai e la riorganizzazione dei lavori. Sono passati praticamente due mesi, ma ad oggi i lavori continuano ad essere fermi ai dati dello scorso 19 maggio 2017, data dell'ultimo aggiornamento sul sito www.tunneltenda.it

Proprio di questo si discuterà domani, chiedendo ad Anas una data certa, che potrebbe essere entro la fine del mese di ottobre. Saranno presenti tutti i soggetti interessati, dalla Regione al Comitato di monitoraggio agli enti locali, in primis il Comune di Limone Piemonte.

Non solo, perché sono attesi anche sindaci francesi e delegati di Prefettura di Nizza e del Consiglio generale del Dipartimento delle Alpi Marittime. Tra i punti di discussione, infatti, anche la tanto discussa ordinanza intercomunale numero 2017/01 che vieta ai mezzi di peso superiore alle 19 tonnellate di circolare nei centri abitati di Breil sur Roya, Tende, Saorge, La Brigue e Fontan. I cartelli stradali sono già pronti per essere installati.

L'ordinanza è del 1° settembre 2017 e lo stesso giorno é stata protocollata alla Prefettura delle Alpi Marittime. Il Prefetto di Nizza, Georges-François Leclerc e la sottoprefetto competente per territorio, Gwenaëlle Chapuis, hanno, in base alla normativa francese, fino a sessanta giorni di tempo per pronunciarsi. La scadenza è, quindi, il prossimo 1° novembre, data limite decorsa la quale il provvedimento entra in ogni caso in vigore a meno che non vi sia il ricorso al tribunale amministrativo per qualche vizio di forma o di competenza individuati dal Prefetto.

Due nodi cruciali della viabilità di un'area strategica sotto molti punti di vista - economico in particolare - potrebbero sciogliersi tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre. In che modo, si deciderà domani a Cuneo.

B. Simonelli

Animus Loci:
tracce d'Europa nel cuore d'Italia

In diretta sul nostro quotidiano venerdì 25 maggio dalle ore 17. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche: