/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 13 settembre 2017, 17:42

Studio dell’Ufficio Economico Confesercenti Nazionale: dati negativi nell'imperiese nel commercio e turismo

Complessivamente, a livello regionale, c'è stato un incremento in valore assoluto di 41 imprese legate al comparto turistico ricettivo ed un aumento di 1442 imprese del settore della ristorazione; hanno avuto invece un andamento negativo il commercio al dettaglio con sede fissa (-3.845 attività) ed il commercio ambulante (-79 attività).

“Meno negozi, più B&B, hotel, bar e ristoranti. A 10 anni dalla crisi, ecco come sono cambiate le nostre città italiane (ed i nostri consumi). In Liguria aumentano ristoranti, hotel e b&b”. E’ quanto emerge da uno studio dell’Ufficio Economico Confesercenti Nazionale, elaborato a partire dai dati Istat e dalle rilevazioni dell’Osservatorio su Commercio e Turismo dell’associazione, da dieci anni ad oggi sono state aperte molte meno attività di commercio tradizionale e più attività legate alla ristorazione e al turismo.

La grande recessione – scoppiata a fine agosto di dieci anni fa – ha trasformato considerevolmente il volto delle nostre città, modificando la composizione delle attività urbane e scambiando le vetrine dei negozi con pub, bar, ristoranti e attività turistiche. Dal 2007 a oggi, infatti, sono scomparse oltre 108mila imprese del commercio in sede fissa, il 15% del totale. Attività che sono state parzialmente ‘sostituite’ da pubblici esercizi e attività ricettive (+63mila, per un incremento del 16,6%). La riduzione dei negozi non ha colpito in egual misura tutte le tipologie di impresa.

Sono state infatti le imprese attive nel commercio di tessili, abbigliamento e calzature ad essere maggiormente danneggiate: dal 2007 se ne contano circa 40mila in meno. Giù anche i negozi di ferramenta e materiali per costruzioni (-9.834) e giornali (-3.926), mentre, tra i dati positivi, si segnala l’aumento del numero di tabaccherie (+4.749) e dei negozi di informatica e telecomunicazioni (+2.216) e, soprattutto, le imprese di commercio porta a porta, online, e vending machine sono oltre 18mila in più, con una crescita di oltre l’82,5%. Cala invece, nonostante la crescita degli ultimi anni, anche il numero di ambulanti (-17.587).

Per quanto riguardano i pubblici esercizi e le attività legate al turismo, invece, si assiste ad una forte crescita di quasi tutte le tipologie. Dal 2007 ad oggi aumentano i ristoranti sia le imprese di ristorazione (+55mila, per un incremento del +16,8%) che gli hotel e le altre attività ricettive (+7.139 imprese, con una variazione positiva del +14,9%). Particolarmente rilevante la crescita di b&b e affittacamere: solo negli ultimi cinque anni hanno registrato un incremento del 56%, e si prevede che, da qui al 2021, il numero sia destinato a salire ancora del 23%. Una piccola rivoluzione con il proliferare di imprenditori in questo comparto.

Complessivamente, a livello regionale, c'è stato un incremento in valore assoluto di 41 imprese legate al comparto turistico ricettivo ed un aumento di 1442 imprese del settore della ristorazione; hanno avuto invece un andamento negativo il commercio al dettaglio con sede fissa (-3.845 attività) ed il commercio ambulante (-79 attività).

Analizzando più nello specifico la provincia di Imperia, purtroppo risultano negativi sia i valori relativi alle aziende del settore del commercio al dettaglio (-218), sia le imprese legate al comparto turistico ricettivo (-887).

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore