/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Da vivere senza spese energetiche. In area vista mare, ben collegata con Roma e Civitavecchia, tutti i servizi...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 12 agosto 2017, 15:09

Imperia: il Consigliere Comunale Antonio Russo si scaglia contro la Teknoservice sulla distribuzione dei sacchetti per la raccolta differenziata

"Accusare la città di avere dato una risposta bassa alle loro già basse attese è ridicolo"

"Ci risiamo, ancora una volta dobbiamo sentirci presi in giro da chi finora ha dimostrato incapacità conclamata nel gestire il servizio di igiene urbana di Imperia. – Interviene così il consigliere comunale del gruppo misto Antonio Russo, sulla questione relative alla distribuzione dei sacchetti per la differenziata da parte di Teknoservice - Pensavamo di avere toccato il fondo con la Tradeco, ma al peggio, a quanto sembra, non c’è mai fine. Cercare di scaricare sui cittadini e sui lavoratori la loro assoluta incapacità organizzativa è un insulto che rispedisco al mittente. Pensare di assolvere all’incarico ricevuto e che ha fruttato, ricordiamolo, un aumento del canone di c.a. € 10.000  al mese piazzando due sgangherati quanto anonimi gazebo in piazza Roma ed in piazza Dante dove distribuire buste biodegradabili in pieno agosto senza peraltro avere fatto un minimo di comunicazione (non ditemi che tre manifesti confusi e sconclusionati potevano mai essere utili ) è da incoscienti.

Accusare la città di avere dato una risposta bassa alle loro già basse attese è ridicolo. Il progetto di comunicazione e sensibilizzazione della raccolta differenziata sottoposto a questa amministrazione da parte del GDL RZ prevedeva tra l’altro la consegna ad ogni utente domestico (23.860 ) della fornitura semestrale di 78 sacchetti biodegradabili (26 settimane X 3 buste a settimana = 78).  

Quindi questi signori pensavano di distribuire nelle due settimane ferragostane 1.861.080 sacchetti biodegradabili. Ho gia detto ridicoli? Se costoro pensano di incamerare impunemente altri soldi che i cittadini Imperiesi pagano con la Tari (questo aumento del canone comporterà certamente un aumento della Tari vero?) hanno sbagliato e di molto. Abbiamo gia dimostrato ad altri e piu potenti di loro che non abbiamo l’anello al naso e che all’occorrenza  sabbiamo assestare anche dei bei calcioni nel didietro
”.  

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore