/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Da vivere senza spese energetiche. In area vista mare, ben collegata con Roma e Civitavecchia, tutti i servizi...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 12 agosto 2017, 07:25

Sanremo: pista ciclabile al buio nel pieno dell'estate, colpa dell'interregno tra Area 24 e la gestione dei Comuni

Il problema risiede non nel mancato pagamento delle bollette perché, anche se esiste un pregresso di alcune di queste non pagate per le note vicende di Area 24, lo spegnimento delle luci riguarda i passaggi burocratici delle volture tra la società di gestione del parco costiero ed i Comuni.

C’è un ‘interregno’ di gestione e pagamenti delle bollette di energia elettrica per l’illuminazione della pista ciclabile del ponente ligure e, proprio nel bel mezzo dell’estate, rimane al buio durante la sera in diversi tratti.

Il problema risiede non nel mancato pagamento delle bollette perché, anche se esiste un pregresso di alcune di queste non pagate per le note vicende di Area 24, lo spegnimento delle luci riguarda i passaggi burocratici delle volture tra la società di gestione del parco costiero ed i Comuni.

A Sanremo, ad esempio, non è passata inosservata la zona totalmente al buio, tra il Sud-Est ed i ‘Tre Ponti’, una delle zone più belle della pista sul territorio comunale. Dalle verifiche fatte i tempi tecnici dovrebbero lasciare al buio per altri 15 giorni le zone incriminate.

Area 24 è consapevole che, questo tipo di problematica porta ad un disservizio verso la cittadinanza ed i turisti “Abbiamo prontamente affrontato la situazione di crisi fin dal nostro arrivo e stiamo lavorando, anche con i Comuni, con l’unico obiettivo – evidenzia il Cda – di risolvere i problemi. Ci auguriamo che a breve, grazie all’accordo fatto con i Comuni, si possa tornare a far vivere nel migliore dei modi la pista ciclopedonale, che vogliamo far crescere e diventare il vero fiore all’occhiello del nostro territorio”.

 

Le bollette pregresse, dopo i passaggi che vengono espletati in questi giorni, verranno pagate secondo i dilazionamenti previsti, mentre il futuro prossimo verrà gestito secondo gli accordi del 1° luglio.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore