/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

Parrot Bebop 2 con skycontroller, visore, 16 eliche di ricambio, un telaio nuovo due batterie di cui una maggiorata...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | venerdì 11 agosto 2017, 14:32

Emergenza idrica, la situazione nell’entroterra. Diversi gli interventi dei Vigili del Fuoco, meno criticità in valle Arroscia

Alcune località come Ranzo e Villa Faraldi hanno richiesto da ieri approvvigionamenti idrici ai VVF, già attivi dal 2 agosto scorso nelle frazioni di Triora Borniga e Pin. Meno preoccupante la situazione dell’alta valle Arroscia. Problemi anche a Carpasio.

La mancanza di precipitazioni e le temperature degli ultimi giorni sta mettendo in allerta tutta la provincia, dove alcuni comuni hanno già preventivato la limitazione d’uso dell’acqua potabile e altri già ricevono l’assistenza dei Vigili del Fuoco.

Alcune località come Ranzo e Villa Faraldi, hanno richiesto da ieri approvvigionamenti idrici, invece già dal 2 agosto scorso, almeno una volta alla settimana, i VVF intervengono per fare rifornimento alle frazioni di Triora Borniga e Pin. Nonostante la strada difficoltosa, con un’autobotte cisterna da 14mila litri raggiungono le frazioni per ridare acqua alle persone residenti in loco per le vacanze estive.

Per fortuna non si registrano, invece, problemi di approvvigionamento, sia a Triora che negli altri comuni della Valle Argentina. Meno preoccupante la situazione dell’alta valle Arroscia, ma i sindaci chiedono il buonsenso di tutti nell’utilizzo dell’acqua, come nel caso di Pieve di Teco: “Da qualche settimana stiamo effettuando un monitoraggio attento e per il momento una crisi vera e propria non c’è – spiega il sindaco di Pieve Alessandro Alessandri a Sanremo News - Ovvio è che col caldo degli ultimi giorni si sono registrati dei piccoli cedimenti di portata, e la tranquillità è altra cosa”.

“Benché nelle nostre vasche al momento non manchi, raccomandiamo di usare l’acqua con massimo buonsenso, magari evitando di lavare le auto o innaffiare gli orti, perché con l’afflusso di persone previsto nel periodo di ferragosto non sappiamo di quanto il livello possa scendere. Speriamo comunque arrivi ad assisterci un po’ di pioggia”.

Problemi anche a Carpasio. C'è un'ordinanza che limita strettamente i consumi idrici per via della perdurante situazione di siccità. Inoltre la scorsa settimana il paese si è ritrovato con diverse utenze del capoluogo senza rifornimento idrico. Rivieracqua si è subito attivata portando una vasca che ora viene abitualmente rifornita. Questo ha provocato un piccolo problema burocratico. Siccome non è censita dall'ASL, la vasca non è riconosciuta e pertanto l'amministrazione comunale ha dovuto emanare un'ordinanza di non potabilità dell'acqua, in attesa che il sito venga censito e riconosciuto.

Andrea Gavi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore