/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Parrot Bebop 2 con skycontroller, visore, 16 eliche di ricambio, un telaio nuovo due batterie di cui una maggiorata...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 21 luglio 2017, 18:34

Triora: strada da Gorda a Passo della Guardia, Triora Viva all'attacco "Opera da 300mila euro rifiutata dal comune ma messa nel programma del sindaco"

“La sua amministrazione non ha fatto proprio nulla per dare vita a quest'opera anzi quando gli è stata donata non la voleva nemmeno" - denunciano dall'opposizione.

“I lavori della strada da Gorda a Passo della Guardia sono stati possibili soltanto grazie alla Triora Promotion che li sta portando avanti e non per l’amministrazione comunale che invece vi rinunciò”.

Il gruppo di opposizione, Triora Viva, guidato da Massimo Di Fazio, con Giovanni Nicosia e Giovanna Ferraironi va all’attacco della maggioranza, sollevando la questione sulla ’paternità’ del rifacimento di un’importante ed attesa via di collegamento. 

Durante la campagna elettorale, la strada in questione è comparsa nel programma del sindaco uscente, Angelo Lanteri, poi riconfermato nelle elezioni dello scorso 11 giugno. L’opposizione che oggi è guidata da Di Fazio non ha tollerato che il primo cittadino abbia inserito il rifacimento di questa via tra i lavori da portare avanti in caso di vittoria alle elezioni.

La minoranza ha sottolineato come quella strada oggi sia pronta a rinascere soltanto grazie all’impegno della Triora Promotion, presieduta da Di Fazio. L’associazione si è impegnata in prima persona nell’iter senza ottenere l’ausilio auspicato dal Comune. 

La questione è stata spiegata così da Triora Viva: “Nel programma elettorale stilato per Angelo Lanteri, tra le opere da portare a termine con un nuovo mandato comparivano anche i lavori della strada da Gorda a Passo della Guardia. Erano stati presentati alla cittadinanza come se fossero un'opera nata dalla sinergia tra l'amministrazione comunale e la Provincia. Peccato che questo non sia vero. Anzi, è del tutto falso”.

“E' stato Massimo Di Fazio, con l'associazione Triora Promotion, ad avere l'idea e poi ad impegnarsi nello sviluppo dell'opera, nella sua progettazione, nella richiesta di concessioni provinciali e nel coordinare in prima persona la stesura del manto. - affermano dalla minoranza - L'associazione all'epoca dei fatti, primi mesi di quest'anno, aveva preso contatti con il comune per chiedere le autorizzazioni necessarie, spiegando di voler donare la strada a titolo gratuito. Ci teniamo a ricordare che da perizie si tratta di un intervento del valore di almeno 300mila euro, una somma che il Comune non avrebbe dovuto impegnare. Insomma un regalo fatto alla comunità. L'amministrazione per tutta risposta diede letteralmente un calcio a questa opportunità. Alla fine la Provincia autorizzò i lavori, ma non al Comune ma alla Triora Promotion”.

“E' strano quindi trovare quest'opera nel programma elettorale ed in quello amministrativo del sindaco Angelo Lanteri. La sua amministrazione non ha fatto proprio nulla per dare vita a quest'opera anzi quando gli è stata donata non la voleva nemmeno. Trovarla sul programma elettorale del sindaco, l'abbiamo considerata una caduta di stile che si poteva anche evitare, sapendo che i meriti, l'impegno nonché relative autorizzazioni e certificazioni  fossero già tutte a nome di Massimo Di Fazio, presidente dell’Associazione Triora Promotion. - concludono da Triora Viva - L’amministrazione comunale ha dovuto ammettere che quell’opera non era loro”.

Intanto i lavori procedono a ritmo serrato con la ditta BBR di Flavio Boiolo, Pino Briatore, Rinaldo Roggeri, Luciano Astini e Matteo Rosciano, ma anche con la supervisione di Di Fazio che costantemente controlla il processo di rinascita di questa via. A breve la strada da Gorda a Passo della Guardia tornerà a nuova vita e sarà ridata a Triora.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore