/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali Riscaldamento ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

In area vista mare, fornita di tutti i servizi necessari ad una vita sociale; due livelli fuori terra ed un piano...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | lunedì 17 luglio 2017, 13:36

A Nizza 130 richiedenti asilo in treno da Breil: oggi il numero più alto in una sola giornata dallo 'spiraglio' attraverso la valle Roya

In attesa che gli atti amministrativi si compiano si sono sistemati nel parco dipartimentale D'Estienne-d'Orves, appena al di là della Voie Mathis e dà lì vengono condotti a piccoli gruppi al Pada.

Nulla a che vedere con i numeri dei porti del Sud Italia e nemmeno con la situazione di Ventimiglia, ma anche oggi, a Nizza, sono giunti in 130 richiedenti asilo provenienti in treno da Breil. Nella cittadina della Valle Roya erano giunti nel week end ed avevano trovato ospitalità presso la “ferme” di Cedric Herrou.

Nel primo giorno feriale utile sono stati fatti salire su un treno alla volta di Nizza, dove si sono recati alla  Plateforme d'Aide aux Demandeurs d'Asile (Pada), in Boulevard François Grosso per la registrazione. In attesa che gli atti amministrativi si compiano si sono sistemati nel parco dipartimentale D'Estienne-d'Orves, poco distante, appena al di là della Voie Mathis e dà lì vengono condotti a piccoli gruppi al Pada.

Si tratta del primo di due viaggi che sono programmati, ogni settimana, da Breil a Nizza a cura dell’associazione Roya Citoyenne che si fa carico dei biglietti ferroviari assieme con l’associazione Tous citoyens. La scorsa settimana sono stati 120 i richiedenti asilo accompagnati a Nizza: settanta lunedì e una cinquantina giovedì.

Quello di oggi è il numero più alto di persone che giungono in una sola giornata a Nizza da quando, attraverso la valle Roya, si è aperto uno spiraglio per quanti, da Ventimiglia cercano di entrare in Francia per rimanervi o come transito verso il Nord Europa.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore