/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Porto Maurizio Borgo Marina Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

In Breve

domenica 19 novembre
sabato 18 novembre
venerdì 17 novembre

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | domenica 02 luglio 2017, 10:31

Santo Stefano al Mare: dal 14 luglio, ritorna il Festival del Libro e degli Scrittori Liguri

Una serie di eventi, tutti all’insegna della cultura e dell’intrattenimento, per tre giorni animerà l'intera città

Il terzo Festival del Libro e degli Scrittori Liguri è ormai alle porte, le iscrizioni sono chiuse e la Atene Edizioni di Arma di Taggia - nella persona di Angelo Giudici, ideatore ed organizzatore dell’evento – ha finalmente svelato la “formula magica” di questa kermesse che per tre giorni – dal 14 al 16 luglio – animerà l’intera città di Santo Stefano al Mare con una serie di eventi tutti all’insegna della cultura e dell’intrattenimento.

Cardine della manifestazione sarà ovviamente la Fiera del Libro, con tante case editrici presenti – Atene, Antea, Graph Edit, Il Ciliegio, Cut-Up, Erga, Lo Studiolo (Faris La Cola Editore), Tipografia-Editrice Baima e Ronchetti), ma soprattutto con un piccolo esercito di scrittori (oltre una settantina) che, insieme ad alcune associazioni culturali, saranno presenti con i loro stand disseminati tra le vie principali del borgo ed i suggestivi carruggi. Tra i nomi dei protagonisti e testimonial della manifestazione, spiccano quelli del giornalista e scrittore Massimo Polidoro, dello scrittore Marco Buticchi e del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio. Per conoscere tutti i partecipanti, è possibile visitare il sito della manifestazione www.ateneeventiculturali.it , dove ad ognuno è dedicato un breve approfondimento.

Molti di questi autori presenteranno al pubblico i propri lavori nei “salotti letterari” che saranno allestiti in piazza Cavour, piazza Baden Powell e piazza Scovazzi, dove ogni ora sarà possibile incontrare un nuovo scrittore, in una vera e propria “maratona” di libri che, nella giornata di sabato, sarà animata dalle letture di brani tratti dai testi presentati, portate in scena dalla compagnia teatrale “Nati da un Sogno”.

Domenica 16 in piazza Scovazzi, inoltre, verrà tributato un omaggio a Francesco Biamonti, con letture a cura di Virginia Consoli e Gioacchino Logico tratte da L’Angelo di Avrigue, Vento largo, Attesa sul mare e Le parole la notte. Di seguito, sempre Virginia Consoli sarà protagonista di uno degli eventi teatrali del Festival: “Chi dice donna dice danno”, una fantasia di monologhi scritti, diretti e interpretati dall’attrice sanremese, brani surreali che descrivono con ironia le nevrosi della femminilità quotidiana. Il venerdì, invece, dalle ore 19, sul Palco del Portale via Roma angolo via Caterina Conio, sarà di scena il Trio Babele insieme a Gioacchino Logico e Giacomo Lantrua, con il “Fattore Sorpresa”: coinvolgere e prendere in contropiede il pubblico presente è l’obiettivo, attraverso un finto televisore che offre spunti di riflessione e improvvisazione.

I più piccoli, invece, potranno ascoltare favole note e meno note durante l’appuntamento con le “Fiabe del Buongiorno e della Buonanotte”, quando mamme, papà e nonni volontari leggeranno ad alta voce le storie più amate dai bambini. Domenica pomeriggio, inoltre, dalle 18 alle 20 nella Piazzetta di Via Venezia sarà in scena il Teatro dei Burattini SUNDUK, una magia capace di stregare grandi e piccini.

Nei primi due giorni del Festival del Libro sono anche in programma diverse conferenze, che spazieranno dai temi sociali (si parte il venerdì con l’incontro promosso dall’Associazione Onlus Tiziano Chierotti… Presente! e con Mauro Ozenda che relazionerà sul tema “Smartphone e Social Media: come educare e tutelare i bambini ad un corretto utilizzo”, per proseguire il sabato con la conferenza di Roberta Rota dal titolo “I colori delle emozioni, i colori della nostra vita”, un seminario per esplorare noi stessi, il mondo che ci circonda e come i colori influenzano il nostro sentire, e l’incontro con Franca Soracco Mazzei dal titolo “Un ponte dal dolore alla felicità”), ai temi letterari (“Non è poi così elementare, mio caro Watson” a cura di Francesco Sarchi – relatrice Patrizia Lombardi Burley), alla cultura locale (“Divagazioni tra toponomastica e onomastica, in lingua e in dialetto. Come persone e luoghi si sono vicendevolmente influenzati nel tempo” a cura di Giuseppe Garibaldi), all’enogastronomia (venerdì, con l’incontro “Vini e vitigni di Liguria: storia, curiosità, tipologie” a cura di Alessandro Carassale, noto esperto locale, cui seguirà una degustazione; sabato, con la conferenza e degustazione di olio d’oliva dal titolo “Essenza di Liguria”, a cura di Milko Druetti e Fabrizio Vignolini).

Di grande rilievo anche l’appuntamento con il workshop tenuto dal musicista Mauro Vero domenica pomeriggio, dalle 16 alle 17, nella zona Madunetta di Via Roma: durante il seminario, il chitarrista, cantante e compositore ligure ripercorrerà le principali tappe della propria carriera, partendo dalle prime “covers” fino alle proprie composizioni, soprattutto strumentali. Particolare risalto verrà dato all’ultimo lavoro “EARTH”, nel quale l’autore ha voluto dare forma in musica agli elementi fondamentali della Terra, quali gli oceani, le rocce, le stagioni. L’artista sarà a disposizione del pubblico per interagire e rispondere alle domande e alle curiosità degli ascoltatori.

E proprio la musica sarà una delle grandi protagoniste del Festival, con concerti per tutti i gusti, che accompagneranno tutte e tre le serate della manifestazione. Si parte, infatti, venerdì sera in piazza Baden Powell con l’atteso concerto dei Nuovi Solidi, gruppo “storico” della Sanremo anni ’60-’70, preceduto dall’esibizione del duo “Talamo”; si prosegue, dunque, sabato con il duo “Alterego”, presso il Palco del Portale di via Roma angolo via Caterina Conio, e con il grande concerto della OpenOrchestra che, diretta dal Maestro Marco Reghezza, porterà sul palco di Piazza Scovazzi le più belle musiche da film di tutti i tempi. Per la serata conclusiva, infine, il palco di piazza Baden Powell si animerà per il grande Galà di chiusura del Festival del Libro e degli Scrittori Liguri. Dalle 21, dunque, nella splendida cornice allestita di fronte all’anfiteatro sul mare, si esibiranno diversi artisti tutti di origine ligure, alternandosi ai rappresentanti delle istituzioni, associazioni e delle varie categorie partecipanti al festival per portare il proprio saluto al pubblico, guidati dal noto conduttore radiofonico e coordinatore del Festival Luca Valentini e dalla presentatrice Valentina Gallo.

Un altro appuntamento da non perdere, sabato 15 luglio a partire dalle ore 16 presso la Sala Polivalente, Lungomare C. Colombo 76, sarà la proiezione di cortometraggi a cura di Anffas Onlus Sanremo: una rassegna cinematografica sul tema della Creazione di Opportunità Espressive e accesso alla cultura e all’arte per tutti, con proiezione dei corto/lungometraggi più premiati e vincitori di importanti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, scritti, sceneggiati e realizzati da Persone con molteplici livelli di abilità. Dei piccoli gioielli di arte cinematografica, il cui valore è stato riconosciuto in tutto il mondo.

Nella sezione artistica del Festival, spicca per la sua alta valenza sociale il Progetto “Terza età e creatività”, a cura della Residenza Violante D’Albertis di Santo Stefano al Mare: durante il Festival verrà presentata una serie di lavori realizzati degli ospiti della residenza, oggetti di riciclo trasformati in piccole opere d’arte, a dimostrazione di come fantasia e inventiva possano essere – anche nella terza e quarta età – uno strumento straordinario per mantenersi attivi ed esprimersi con grande soddisfazione personale. Per tutta la durata della manifestazione, inoltre, lungo via Roma sarà possibile ammirare le opere della pittrice Maria Fausta Pansera, sul lungomare la mostra fotografica “Un millesimo di emozioni” di Raffaello Bastiani ed in piazza Cavour, sul retro del “salotto letterario”, la mostra fotografica “Se il paradiso esiste… è a quaranta chilometri da casa mia” di Andrea Biondo; solo domenica 16, infine, sempre in piazza Cavour, la Dottoressa Antonella Serafini esporrà i propri scatti dal titolo “Attimi”.

Numerosi saranno gli stand degli operatori commerciali locali, presenti per promuovere i propri prodotti: l’antica Distilleria Cugge, l’azienda agricola Vival’Oliva, l’azienda agricola Il Castagno, la società cooperativa agricola “A Resta” con il celebre Aglio di Vessalico, il Presidio Slow Food, la Lavanda della Riviera dei Fiori, Nena’s Creazioni. Per immergersi ancora di più nei sapori locali, inoltre, sabato 15 alle 11.30 in piazza Scovazzi si potrà prendere parte ad una degustazione di vini liguri a cura di Mirco Rossato, dell’Associazione Italiana Sommelier.

Infine, per chi volesse approfondire le bellezze architettoniche del territorio, sarà possibile effettuare visite guidate alla Chiesa Parrocchiale e all’Oratorio condotte dalla Dottoressa Marta Sarchi per l’aspetto artistico e storico e da Monsignor Umberto Toffani per la parte liturgica e devozionale. Questi diversi elementi, infatti, si intrecciano e hanno inciso nelle trasformazioni degli edifici di culto. La visita inizierà dal sagrato della chiesa per continuare all’interno con la presentazione degli elementi più significativi (per le visite, ritrovo in piazza Scovazzi – orari: venerdì 14 dalle 18.30 alle 19.30 – domenica 16 dalle 16.30 alle 17.30).

Questo il programma – ricchissimo di eventi, protagonisti, parole, suoni e colori – del terzo Festival del Libro e degli Scrittori Liguri: una grande festa della cultura, il cui successo appare già garantito.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore