/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | domenica 25 giugno 2017, 14:20

Imperia: aggressione nella notte in calata Cuneo. Parla la vittima: "Mi ha scaraventata a terra prendendomi a calci e pugni"

"Alla fine, racconta Tania “Con lacrime di coccodrillo ha chiesto di chiudere un occhio, anche il padre che è arrivato dopo. Poi siamo andata all’ospedale e lui rideva tranquillamente come niente fosse successo. Io e mia sorella dobbiamo portare il collare per quindici giorni”

Voleva trascorrere una serata tranquilla a Imperia a vedere i fuochi di San Giovanni, ma purtroppo per lei e la sorella, che preferisce mantenere l’anonimato, si è trasformata in un incubo. Protagonista Tania Gaspa che ieri sera in calata Cuneo è stata aggredita da un uomo italiano di circa 35 anni.

“Era ubriaco marcio e continuava a darmi fastidio. – racconta Tania a Sanremo News – Così un amico gli ha detto di lasciarci stare, ma per tutta risposta questo tizio gli ha tirato un ceffone in faccia”.

Da lì è scoppiata la lite. “Si sono azzuffati e lui ha preso di mira mia sorella afferrandola per i Capelli. Non la lasciava più andare e l'ha buttata per terra. Io ho cercato ovviamente di aiutarla e così ha preso di mira me, mi ha strappato la maglia, scaraventata per terra facendomi cadere di testa e mi ha preso a pugni e calci. Poi finalmente sono arrivati i carabinieri e lui ha negato di avermi toccata e quando l'hanno messo a terra ha tirato uno schiaffone ad un carabiniere e in tre, quattro, non riuscivano a tenerlo perché continuava a mordere e tirare calci e verso la fine pure da ammanettato ha quasi tirato un calcio in faccia ad un altro carabiniere”. 

Alla fine, racconta Tania “Con lacrime di coccodrillo ha chiesto di chiudere un occhio, anche il padre che è arrivato dopo. Poi siamo andata all’ospedale e lui rideva tranquillamente come niente fosse successo. Io e mia sorella dobbiamo portare il collare per quindici giorni”.

Di questa notte a Tania resterà la paura, ma anche la voglia di rendere noto quanto successo. “Voglio che tutti sappiano la verità”, dice.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore