/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | martedì 20 giugno 2017, 07:21

'Bordighera Music Parade' si svolgerà sul lungomare per ragioni di sicurezza, al vaglio dell'Amministrazione tutte le disposizioni per gli eventi dell'estate

L'idea dell'Amministrazione, in termini di sicurezza, è quella di usare il meno possibile i 'new jersey', i classici blocchi di cemento, o meglio, di posizionarli solo laddove questo si renderà estremamente necessario e dove potrà essere fatto in modo permanente, per tutta la durata dell'estate.

'Bordighera Music Parade' si svolgerà sul lungomare per ragioni di sicurezza, al vaglio dell'Amministrazione tutte le disposizioni per gli eventi dell'estate

La tradizionale sfilata dei carri del 'Bordighera Music Parade' quest'anno si svolgerà sul lungomare e non nel centro città. E' questa la prima grande novità per quanto riguarda le manifestazioni estive della città delle palme, alla quale si aggiungono altre disposizioni che l'Amministrazione sta valutando insieme al Comando di Polizia Locale e dei Carabinieri di Bordighera, nell'intento di svolgere in tutta sicurezza gli eventi previsti per la stagione estiva.

Le ragioni alla base dello spostamento del 'Bordighera Music Parade' sul lungomare derivano dalla difficoltà di concentrare un così grande numero di persone nel centro città, rispettando tutte le disposizioni di sicurezza che sono state indicate ai comuni della provincia. Il lungomare si presta ad essere presidiato nelle due zone d'accesso, in modo da consentire lo svolgimento della manifestazione.

Abbiamo messo a bilancio l'installazione di dissuasori anticarro come quelli che sono stati messi sulla Promenade di Nizza – spiega l'Assessore alle Manifestazioni e Turismo Fulvio De Benedetti che verranno posizionati sulla passeggiata in entrambe le vie d'accesso. Un investimento di circa 13 mila euro che stiamo valutando anche per Corso Italia, in sostituzione di quelli non funzionanti che vi sono ora. A questi, in occasione delle manifestazioni, si aggiungerà ovviamente la presenza di un mezzo a presidio dell'ingresso e, ovviamente, delle forze dell'ordine.”

L'idea dell'Amministrazione, in termini di sicurezza, è quella di usare il meno possibile i 'new jersey', i classici blocchi di cemento, o meglio, di posizionarli solo laddove questo si renderà estremamente necessario e dove potrà essere fatto in modo permanente, per tutta la durata dell'estate. “Abbiamo individuato tutti i posti in cui dovranno essere posizionati – continua l'Assessore De Benedetti – uno sarà proprio sulla passeggiata, all'altezza dell'isola ecologica e dei giochi per bambini, dove c'è un accesso che consentirebbe il passaggio di auto o moto. Questo ci permetterà di svolgere in sicurezza tutti gli eventi previsti sul lungomare, ma anche il mercato settimanale.”

Disposizioni che sono al vaglio anche per il centro storico e le frazioni: “Nei centri storici – continua De Benedetti - più che altro Sasso e Bordighera Alta, non abbiamo grosse problematiche. In entrambi i casi abbiamo un accesso solo e verrà presidiato con il posizionamento di un mezzo che potrà essere spostato all'occorrenza in caso di eventuale passaggio delle ambulanze o altro, per ovvie ragioni di soccorso. Su Borghetto stiamo valutando, dal momento che tutte le manifestazioni saranno fatte in piazza Oberdan, lì c'è un accesso stiamo decidendo se posizionare, ed eventualmente levare a fine evento, i new jersey.”

Anche i Giardini Lowe avranno alcuni dispositivi di sicurezza permanenti che, per tutta la durata della stagione estiva, consentiranno lo svolgimento delle manifestazioni previste: “Abbiamo studiato il modo di lasciarle dei new jersey fissi - continua De Benedetti - chiudendo tutta la zona adibita al pubblico con dei blocchi posizionati proprio all'interno dei giardini, ma lasciando libero il passaggio per i mezzi dei service o di soccorso.”

L'Amministrazione, come hanno fatto anche molti comuni della Provincia, sta pensando di anticipare l'ordinanza sulla somministrazione di bevande in vetro. Disposizione che è già stata emessa, ora è in vigore a partire dalle 23, ma potrebbe essere anticipata.

Dov'è c'è tanta gente occorre fare attenzione – conclude De Benedetti - questo permetterà di contrastare l'abusivismo, ma soprattutto sarà fondamentale dal punto di vista della sicurezza. Non vogliamo lasciarci sopraffare dal timore che possa succedere qualcosa, ma dobbiamo essere pronti ad ogni eventualità e aver messo in campo tutte le forze possibili.”

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore