/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Da vivere senza spese energetiche. In area vista mare, ben collegata con Roma e Civitavecchia, tutti i servizi...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 19 giugno 2017, 18:36

Bordighera come Alassio: anche il Sindaco Giacomo Pallanca potrebbe firmare un'ordinanza anti accattonaggio, dure conseguenze per i richiedenti asilo

Ordinanza che potrebbe firmare anche il primo cittadino di Bordighera Giacomo Pallanca: “Il richiedente asilo – spiega il Sindaco – dispone di tutta una serie di servizi, di sostegni e agevolazioni che non dovrebbero portarlo all'accattonaggio. Se questo accade, significa che si vuole qualcosa di più che va oltre la volontà di integrazione e il rispetto delle leggi.”

Sulla scia di quello che è accaduto ad Alassio nell'aprile scorso, anche il Sindaco di Bordighera Giacomo Pallanca potrebbe firmare un'ordinanza anti accattonaggio che potrebbe avere dure conseguenze sui "richiedenti asilo". Ad annunciarlo è proprio il primo cittadino che guarda alla vicina Alassio e pensa di poter disporre un provvedimento simile anche per la città di Bordighera.

Nell'aprile scorso, nella città del muretto, un richiedente asilo di 21 anni, originario della Nigeria, si è visto revocare le misure d'accoglienza dopo essere stato sorpreso dalla Municipale mentre esercitava attività di accattonaggio (leggi qui). Questo a seguito dell'ordinanza emessa dal Sindaco Enzo Canepa che, dal 2013, proibisce l'accattonaggio. Provvedimento che ha portato la Prefettura di Savona a disporre la revoca delle misure di accoglienza, come conseguenza del comportamento messo in atto.

Ordinanza che potrebbe firmare anche il primo cittadino di Bordighera Giacomo Pallanca: “Il richiedente asilo – spiega il Sindaco – dispone di tutta una serie di servizi, di sostegni e agevolazioni che non dovrebbero portarlo all'accattonaggio. Se questo accade, significa che si vuole qualcosa di più che va oltre la volontà di integrazione e il rispetto delle leggi.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore