/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Affitto bilocale con 3 posti letto, con bellissima e panoramica vista mare, al p.t. di casa indipendente con grande...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | lunedì 19 giugno 2017, 16:08

Santo Stefano al Mare: domenica 16 luglio, Raffaella Ranise al Festival del Libro e degli Scrittori Liguri

Raffaella Ranise presenterà il suo ultimo lavoro “Noi un punto nell’universo – storia semplice dell’astronomia” edito da Marsilio e scritto in collaborazione con Francesca Matteucci, astrofisica stellare e accademica dei Lincei.

Un libro in mano e lo sguardo puntato nel cielo. Domenica 16 luglio alle ore 18 nell’ambito del Festival del Libro e degli Scrittori Liguri di Santo Stefano al Mare, la scrittrice Raffaella Ranise presenterà il suo ultimo lavoro “Noi un punto nell’universo – storia semplice dell’astronomia” edito da Marsilio e scritto in collaborazione con Francesca Matteucci, astrofisica stellare e accademica dei Lincei.

Il testo rappresenta la seconda opera dell’autrice imperiese, dopo la pubblicazione per Longanesi di “Rita Levi- Montalcini: aggiungere vita ai giorni” nel 2013. A moderare e dialogare con l’autrice sarà presente Laura Amoretti, Consigliera Regionale di Parità, ed interverrà il giornalista Maurizio Abbati. Nato dall’incontro della scrittrice con due grandi astrofisiche, Margherita Hack e Francesca Matteucci, il saggio è il racconto del cammino dell’Uomo attraverso le nozioni astronomiche, dalle prime incerte osservazioni fino alle eccezionali scoperte dei giorni nostri.

Il libro ripercorre in termini semplici e chiari la storia del pensiero, dai pensatori greci ai filosofi del Medioevo, fino ad arrivare a Keplero e Galileo, alla scienza moderna, all’osservazione che supera la visione del mondo ferma al geocentrismo. Una parte fondamentale, ovviamente, è dedicata al Novecento, con protagonisti come Einstein e Hubble, quando dal nostro piccolo pianeta azzurro si è riusciti a comprendere l’esistenza di centinaia di miliardi di galassie, ciascuna con centinaia di miliardi di stelle. Sostiene Raffaella Ranise “Sono partita da zero e ho cercato di capire qualcosa di questo universo immenso e, giorno dopo giorno, ogni tassello ha preso magicamente il suo posto e le mie paure esistenziali sono andate ridimensionandosi.” Un saggio breve e divulgativo per una storia lunga come il mondo, che arriva a sfiorare le sensazionali scoperte di oggi, raccontato come una favola.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore