/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Affitto bilocale con 3 posti letto, con bellissima e panoramica vista mare, al p.t. di casa indipendente con grande...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 19 giugno 2017, 12:38

Camporosso: non c'è pace per i 55 cani rimasti sul terreno che fu della 'Carica dei 108'

Ora interviene la Lega del Cane, dopo le molte lettere inviate al Comune ed all'Asl.

Non c’è pace per i 55 cani rimasti a Camporosso, all’interno del terreno dove, fino a qualche tempo fa, ne erano ospitati ben 108. Lo sostiene la ‘Lega del Cane’ di Ventimiglia che lancia l’allarme sulla salute degli animali che sono rimasti.

“Non siamo in possesso delle chiavi per accedere sul terreno dove sono custoditi i cani – evidenzia la Lega – e, quando è stato chiesto al Comune copia delle stesse, il Comune di Camporosso ha sostenuto che non era possibile fornirla, in quanto nel frattempo si era costituita un’associazione che provvedeva a custodire i cani. In pratica un’associazione che gestiva i cani di un'altra associazione, e cioè della Lega del Cane. Tutto questo senza che ciò fosse concordato. Siamo di fronte ad una grande assurdità”.

La Lega del Cane sostiene che, il 12 maggio ed il 9 giugno, aveva inviato al Dott. Rivò (Direttore settore Veterinario dell’Asl 1 Imperiese) ed al Sindaco Gibelli, alcune lettere richiedenti un urgente incontro, per fare il punto della situazione stranissima che si era creata. Contemporaneamente con la lettera del 9 giugno la Lega del Cane, in caso di mancato chiarimento, dal 9 luglio avrebbe rinunciato alla proprietà dei cani di Santa Croce. “A tutt’oggi non è giunta risposta” sottolinea la Lega del Cane.

L’associazione, inoltre, evidenzia come il problema dei 108 cani di Santa Croce di Camporosso, si presentava male fin dall’anno 2001, quando la Lega per la Difesa del Cane era venuta a conoscenza dei fatti ed aveva informato Comune ed Asl. Nel febbraio del 2016, quando morì il proprietario del terreno e dei cani, esplose il problema.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore