/ SPORT

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. saranno disponibili a partire dal 70° giorno (intorno al 20...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Che tempo fa

Cerca nel web

SPORT | sabato 27 maggio 2017, 07:13

Quando lo sport abbatte i muri: giovani migranti in prova alla Virtus Sanremo per inseguire un sogno chiamato calcio (Foto e Video)

La società matuziana, in collaborazione con il Centro di Solidarietà 'L'Ancora', si è resa disponibile a testare molti ragazzi arrivati da poco in Italia

Le fasi di gioco durante la prova con la Virtus Sanremo

Qui si parla di barriere, ma su calcio di punizione. Si parla di espulsioni, ma male che vada è un cartellino rosso. Si parla di salvataggi, ma sono quelli del portiere sulla linea.

Il calcio talvolta sa unire dove molti dividono e la storia che arriva dai campi della Virtus Sanremo ne è la dimostrazione. Nel video che pubblichiamo si sente una voce, è quella del mister Massimiliano Moroni che dice: “Qui vedo dei bei giocatorini, li ho già visti...”. Espressione simpatica e chiara per dire che tra i ragazzi arrivati in prova c’è qualcuno di belle speranze.


E i ragazzi sono tutti migranti, arrivati a giocarsi la loro opportunità grazie alla cooperazione tra il Centro di Solidarietà ‘L’Ancora’, la Croce Rossa, la Caritas e, appunto, la Virtus Sanremo.

La società matuziana ha messo a disposizione tutto il materiale necessario per il loro primo allenamento. I giovani migranti passano spesso le loro giornate giocando a pallone e molti di loro inseguono il sogno di militare in una squadra vera, di fare un campionato vero emulando le gesta dei loro idoli. Per questo le varie associazioni si sono messe in contatto con la Virtus Sanremo per un provino.

I ragazzi, indossati scarpini, magliette e pantaloncini, si sono sfidati sul campo mettendo in mostra le loro doti. E alcuni pare abbiano fatto centro.
Il mister Massimiliano Moroni ha osservato con attenzione le fasi di gioco insieme al suo vice Marco Maiolino e del preparatore dei portieri Fortunato Condrò. I ragazzi in prova erano circa 40 e molti di loro parteciperanno il 10 giugno a un torneo benefico a Taggia. A luglio, invece, ci saranno le selezioni per inserire i più bravi nella rosa della Virtus Sanremo.

Un bell’esempio di integrazione di voglia di unire nel nome dello sport. Una partita di calcio può far nascere amicizie, rapporti umani, storie di ragazzi che incrociano i tacchetti alla ricerca del gol. E il calcio, si sa, è una lingua universale.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore