/ POLITICA

In Breve

martedì 25 giugno

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 23 maggio 2017, 12:22

Diano Castello: abbattimento del pino nella piazza centrale, la risposta del Sindaco Romano Damonte alla turista genovese

“In merito al pino da lei contestato – spiega il Sindaco Romano Damonte - esprimo che questo si è reso necessario in quanto avevamo già ricevuto diverse lettere di rimostranze dai residenti, che lamentavano il fatto che le radici stessero sempre più danneggiando l'asfalto e provocando lesioni alle case vicine."

Diano Castello: abbattimento del pino nella piazza centrale, la risposta del Sindaco Romano Damonte alla turista genovese

Il Sindaco di Diano Castello scrive alla signora Rosalia Insinna, turista genovese che lamentava l'abbattimento di un pino nella piazza centrale. “In merito al pino da lei contestato – spiega il Sindaco Romano Damonte - esprimo che questo si è reso necessario in quanto avevamo già ricevuto diverse lettere di rimostranze dai residenti, che lamentavano il fatto che le radici stessero sempre più danneggiando l'asfalto e provocando lesioni alle case vicine, oltre a manifestare preoccupazione per le ampie oscillazioni dello stesso durante le giornate ventose.

Importanti opere di manutenzione si sarebbero rese necessarie ed avrebbero comunque comportato un considerevole alleggerimento della chioma, senza comunque garantire la solidità dell'albero e dei suoi rami, così come aveva relazionato il dottore agronomo-forestale chiamato da noi a valutarne le condizioni generali, a cui appartiene per diritto la diagnosi fisiologia e morfologica dello stato sanitario dell'albero.

Abbiamo a cuore il verde pubblico e la salvaguardia del nostro ambiente e per questo motivo è già stata predisposta la piantumazione di altri nuovi alberi all'interno dei numerosi giardini comunali, ma si è reso necessario anteporre a questo il "fattore sicurezza" e considerare anche la responsabilità civile e penale che l'Amministrazione ed i suoi Responsabili hanno nei confronti dei cittadini, valutando anche la malaugurata ipotesi di un eventuale crollo.

Alla luce di tale premessa inoltre esprimo il fatto che questo albero non fosse essenziale alla piazza per il fatto di farle parzialmente ombra, in quanto non sia la piazza stessa da considerare come luogo dedicato al ristoro dal sole durante l'estate, considerata la presenza di un rilevante belvedere dal quale si gode di una meravigliosa vista sul golfo dianese, dotato di arredo urbano a pochi passi da essa, ben ombreggiato da altri maestosi alberi.”

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium