/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | martedì 16 maggio 2017, 12:01

Passeggeri imperiesi bloccati ieri sera sull'Intercity partito da Milano alle 20 per un incendio a Voghera

Il problema più grosso è stato provocato dall’assenza di corrente elettrica per alimentare il treno ed il caldo asfissiante all’interno delle carrozze. In molti hanno espresso il loro dissenso per quanto accaduto e per la paura, attraverso i social network.

Passeggeri imperiesi bloccati ieri sera sull'Intercity partito da Milano alle 20 per un incendio a Voghera

Viaggio da incubo, quello di ieri sera per molti passeggeri anche della nostra provincia, che stavano rientrando a casa con il treno Intercity 689 partito alle 20 da Milano. Secondo il racconto di alcuni testimoni, infatti, il convoglio si è dovuto fermare tra Voghera e Pavia, a causa dell’intervento dei Vigili del Fuoco, per un incendio divampato nella zona.

Fin qui nulla di particolarmente grave, tenuto conto che lo stop è stato imposto ai convogli per garantire la sicurezza. Il problema più grosso è stato provocato dall’assenza di corrente elettrica per alimentare il treno ed il caldo asfissiante all’interno delle carrozze. In molti hanno espresso il loro dissenso per quanto accaduto e per la paura, attraverso i social network.

Sono infatti partiti messaggi su Facebook ma anche su Twetter per denunciare la situazione a bordo del treno. Lo stop forzato in località Lungavilla è durato circa 3 ore ed i passeggeri della nostra provincia sono arrivati a destinazione tra le 2.30 e le 3.30 a seconda della città, tra Imperia e Ventimiglia.

Un viaggio allucinante, quindi, durato circa 7 ore e con problemi di respirazione per alcuni passeggeri, chiusi all’interno delle carrozze, fermate in Lombardia per consentire ai Vigili del Fuoco di spegnere l’incendio che si era generato nei pressi della strada ferrata. Molte le rimostranze presentate a Trenitalia.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore