/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 24 aprile 2017, 07:31

Elezioni in Francia: nel Dipartimento delle Alpi Marittime é 'ciclone' Le Pen, ecco i risultati dei comuni più significativi

Si è rotta la diga dei Républicains che, rispetto alle presidenziali di cinque anni fa, lasciano sul campo il 10% dei voti. A Nizza il risultato elettorale ridimensiona fortemente i Republicains.

Nel Dipartimento delle Alpi Marittime c'é il 'ciclone' Le Pen: la candidata dell’estrema destra é prima col 27,74% dei voti. Si è rotta la diga dei Républicains che, rispetto alle presidenziali di cinque anni fa, lasciano sul campo il 10% dei voti.

Una frana che già aveva avuto i primi segnali nel 2015 quando, alle regionali, Estrosi era arrivato primo, ma solo con 33 voti rispetto a Marion Maréchal-Le Pen. Oltre i paesi più piccini, anche le medie città del Dipartimento 'passano' col Front National: Vallauris, Menton, Saint Laurent du Var, Cagnes sur Mer Grasse, Saint Vallier de Thiey, Clans, Sospel, Tende, tanto per fare un esempio. Nel Dipartimento, al secondo posto, si piazza Fillon col 27,39% e al terzo Macron col 19,4%. Crollano i socialisti: che si fermano ad un modestissimo 3,58% superati addirittura da Dupont – Aignan.

In Valle Roya, Tenda è con la Le Pen al 30,27%, seguita da Fillon (19,82%) e da  Mélenchon col 18,55. Macron è quarto col 15,55%. Identico risultato a Fontan con la Le Pen quasi al 37% e Fillon e Mélenchon che ottengono lo stesso numero di voti (60) corrispondenti al 19,80%, mentre Macron è quarto col 14,19%. A Breil, alle spalle della Le Pen (29,54%) si piazza il candidato della gauche Mélenchon col 26,57, terzo è Macron col 15,60% e Fillon giunge quarto col 14,70%.

In controtendenza Saorge, dove, col 48,04%, trionfa Mélenchon seguito da Macron (20,85%) e dalla Le Pen (11,48), al quarto posto Hamon col 6,65% e al quinto Fillon col 3,93%. A Sospel, infine, è prima Marine Le Pen col 34,18%, seguita da Fillon (18,85%), Mélenchon (17,07%) e da Macron (16,11%).

A Nizza il risultato elettorale ridimensiona fortemente i Republicains che, nel 2012, con Sarkozy candidato, avevano raggiunto il 34,7% dei voti. Un sensibile calo del quale ha approfittato Marine le Pen, seconda col 25,28%: solo 1300 voti in meno di Fillon.

Notevole la performance di Macron che raggiunge il 20,52% dei voti, davanti a Mélenchon col 17,34%, mentre Hamon, a dimostrazione del disastro socialista, è al 4,23%. In termini assoluti, a Nizza, Fillon si assicura 42.190 voti, Le Pen 40.874, Macron 33.169, Mélenchon 28.040 e Hamon 6.837.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore