/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Affitto bilocale con 3 posti letto, con bellissima e panoramica vista mare, al p.t. di casa indipendente con grande...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 21 aprile 2017, 08:39

Sanremo: i cartelli alla 'Militello' per la differenziata 'porta a porta' spuntano come funghi a San Martino

I cartelli sono di vario genere: si passa dall’informazione precisa di un amministratore, che elenca giorni e modalità del conferimento per evitare errori dei residenti, per arrivare a cartelli decisamente più comici per arrivare ad alcuni assolutamente incomprensibili.

Scatta anche l’ironia, nella zona di San Martino a Sanremo, nei confronti di chi non rispetta giorni e normali modi di conferimento della immondizia differenziata, nel corso della raccolta ‘porta a porta’. Una sorta di rassegna alla ‘Militello’, che ci porta uno spaccato della situazione che si è venuta a creare.

I cartelli sono di vario genere: si passa dall’informazione precisa di un amministratore, che elenca giorni e modalità del conferimento per evitare errori dei residenti, per arrivare a cartelli decisamente più comici per arrivare ad alcuni assolutamente incomprensibili. C’è anche chi chiede ai propri condomini di evitare il conferimento dei sacchetti di indifferenziata insieme agli altri, visto che non vengono ritirati e rimangono nelle zone condominiali.

Insomma un ‘potpourri’ di cartelli più o meno ironici, che alcuni residenti di San Martino hanno sparpagliato qua e là, tra via della Repubblica e via Lamarmora. Alcuni residenti, inoltre, chiedono anche un intervento urgente al Comune e ad Amaie Energia, in relazione alle deiezioni canine. Ci sono i proprietari dei cani che, infatti, pur raccogliendo i bisogni degli animali, non sanno dove buttarli. Una richiesta civile che deve essere presa in considerazione.

Ed infine c’è pure una previsione ottimistica degli stessi residenti. In molti ci hanno detto “Molto è stato fatto, ma molto è ancora da fare”. Nella zona di San Martino sembra che le cose, con il ‘porta a porta’, stiano andando decisamente meglio che in altre, anche se i cittadini devono ancora prendere bene le misure con il sistema.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore