/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

fotografica Praktica MTL 5B modello molto vecchio con flash più obbiettivo supplementare e relativa borsa privato...

monolocale ristrutturato nuovo piano terra senza balcone 3 posti letto 350 m dal mare comodo su tutti i servizi 399...

Abito da sposa tessuto originale ARMANI, modello ARMANI, realizzato da Vogue Sposa di Luciana De Stefano. Tessuto seta...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | sabato 29 aprile 2017, 00:00

Ecco la "Guida ai Ristoranti della Tavolozza" 2017 con molte novità

In libreria e on line la nuova pubblicazione con oltre 100 indirizzi dove trovare con eccellente cucina e ottima accoglienza.

E’ in distribuzione presso le principali librerie della Liguria e Piemonte la nuova Guida dei ristoranti della Tavolozza 2017, dopo la presentazione al teatro del Casinò dei giorni scorsi. La Guida è un riferimento importante per quanti vogliono scoprire la cucina regionale autentica, dove la tradizione è la protagonista della tavola. Uno strumento utile per scoprire locali accoglienti, dove è possibile mangiare bene, ma anche per conoscere un territorio, la sua cultura, la sua tradizione ed i suoi personaggi. Locali, che utilizzano prodotti tutelati e garantiti, insieme a una proposta innovativa dell’accoglienza, certificata dall’adozione del Decalogo della Tavolozza, che garantisce al cliente un’accoglienza unica, da ricordare e da raccontare. I Ristoranti inseriti in questa pubblicazione sono luoghi non solo dove trovare ottimi chef, ma autentici testimoni delle produzioni locali. Indirizzi di una buona cucina a chilometro zero, legati alla stagionalità e alle produzioni agricole del territorio. Non ci sono giudizi o punteggi, ma suggerimenti e consigli insieme a preziose informazioni sui giorni di chiusura, numeri di telefono, prezzi medi dei menù e siti internet. Molte le novità di questa nuova edizione. Per il 2017 l’ambito territoriale di riferimento della guida si estende oltre i confini del progetto 2016, rappresentati dal territorio delle Alpi del Mare in particolare delle province di Cuneo, Savona e Imperia. 

“Vogliamo dare una risposta ed opportunità alle richieste dei territori vicini e nello stesso tempo dare spazio e visibilità a locali, che da tempo partecipano alle nostre iniziative – spiega Claudio Porchia, presidente dell’Associazione -  e complessivamente passiamo da 92 a 105  ristoranti con 19 nuovi ingressi e  6 uscite dalla guida. Torino e Asti sono le principali novità, che ci consentono di essere presenti dalle Alpi del Mare fino alla Valle d’Aosta. Abbiamo tenuto in lista di attesa altre richieste di adesione per evitare di crescere troppo in fretta. Siamo un’associazione culturale che vive grazie all’impegno ed al contributo di appassionati e volontari, crediamo che un centinaio di indirizzi sia un numero corretto ed equilibrato rispetto alle nostre forze ed agli obiettivi della nostra associazione. Inoltre considero molto positivamente la richiesta di altri gourmet e amanti della buona tavola di proporsi come collaboratori per la prossima edizione”

Confermata la scelta delle tre lingue, la guida contiene i testi in italiano e con le traduzioni  in inglese e francese. Nella guida 2017 come regola non ci sono punteggi e classifiche, ma per ogni locale riporteremo le informazioni classiche, a partire dai prezzi medi dei menù e dei piatti, insieme alle ricette preferite dal cuoco ed alle curiosità della gastronomica del territorio. Questa impostazione, che è stata particolarmente gradita dai lettori, è sostenuta dal sito dell’associazione www.ristorantidellatavolozza.it,  che da oltre un  anno è pienamente operativo e rappresenta uno strumento agevole di consultazione per chi cerca indirizzi gourmet ed eccellenze gastronomiche nel nostro territorio. Nei prossimi mesi cercheremo di sviluppare ancora di più il rapporto fra ristorante e territorio, dedicando uno spazio ancora maggiore ai produttori e ai prodotti utilizzati in cucina. I produttori, sponsor della nostra pubblicazione, sono attenti e sensibili allo sviluppo del territorio e sono per noi molto importanti perché grazie al loro contributo la guida non rappresenta un costo per i ristoranti e può essere venduta ad un prezzo contenuto. Ricordo che si entra in guida per merito e non pagando quote di adesione. Abbiamo selezionato locali accoglienti, dove è possibile non solo conoscere i profumi e i sapori del territorio, attraverso la degustazione e l’acquisto dei prodotti tipici, ma anche trovare informazioni turistiche, guide e strumenti in grado di valorizzare le risorse culturali e naturali dello stesso. La visita e la scoperta del territorio inizia o si completa nel ristorante, che offre menù particolari al visitatore accompagnandolo alla scoperta delle eccellenze gastronomiche e di emozioni perdute.

La Guida  I Ristoranti della Tavolozza – 2017 (formato: 14,5 cm x 21 cm, pagine: 260 a colori prezzo di copertina 10 euro) è in venidta nelle principali librerie e online sul sito  www.edizionizem.com Per maggiori informazioni stampa@edizionizem.com

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore