/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

fotografica Praktica MTL 5B modello molto vecchio con flash più obbiettivo supplementare e relativa borsa privato...

monolocale ristrutturato nuovo piano terra senza balcone 3 posti letto 350 m dal mare comodo su tutti i servizi 399...

SANREMO, SPLENDIDA VISTA MARE. PRIVATO VENDE MONOLOCALE ARREDATO AL 7° PIANO DI UN BEL COMPLESSO IN OTTIME CONDIZIONI....

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 20 marzo 2017, 16:09

Liguria: grande partecipazione alla protesta nazionale dell’Autotrasporto organizzata a Genova

Una manifestazione, decisa nelle scorse settimane dopo una serie di riunioni ed assemblee, che ha avuto l’obiettivo di sottolineare i numerosi problemi della categoria, come ad esempio il cabotaggio ed i tempi di pagamento.

Antonio Marzo, presidente dell’Autotrasporto della Confartigianato di Imperia e responsabile nazionale del movimento container, interviene in merito alla protesta nazionale del settore che, per la Liguria, si è svolta a Genova. Una manifestazione, decisa nelle scorse settimane dopo una serie di riunioni ed assemblee, che ha avuto l’obiettivo di sottolineare i numerosi problemi della categoria, come ad esempio il cabotaggio ed i tempi di pagamento.

“E’ stata una manifestazione che ha registrato un’alta affluenza – ha detto Antonio Marzo – C’è stato l’intervento anche da parte dei sindacati dei lavoratoti, che si sono detti preoccupati per i risvolti negativi, sotto il profilo occupazionale, che potrebbero derivare dall’attuale situazione. Se infatti un’azienda decidesse di portare la propria attività nei Paesi dell’est, per guadagnare di più e spendere di meno, dovrebbe per forza licenziare in Italia. La delocalizzazione è quello che sta rovinando il nostro Paese. Se il Ministro dei Trasporti Graziano Del Rio vuole sistemare le cose per ridare tono e soprattutto dignità all’autotrasporto italiano bene, diversamente procederemo con un fermo”.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore