/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 20 marzo 2017, 12:34

Arma di Taggia: a distanza di tre mesi nuovamente distrutti i canestri del campetto alla Darsena (Foto)

Una situazione davvero incredibile che conferma come, nonostante le Amministrazioni cerchino di rendere il più accogliente e funzionale possibile le rispettive città, c’è sempre qualcuno che riesce a rovinare tutto con atti di vandalismo inqualificabili.

Che la mamma degli imbecilli sia sempre incita è ormai un dato di fatto. E la conferma l’abbiamo avuta con i canestri del campetto da basket di zona Darsena ad Arma di Taggia.

Circa 3 mesi fa, alla fine del mese di dicembre, avevamo pubblicato la notizia con le relative foto di una ‘partitella’ tra giovani e con i canestri che erano stati sistemati da alcuni genitori, visto che i tabelloni sistemati a suo tempo dal Comune, erano stati divelti. La notizia era stata prontamente recepita dall’Amministrazione, che aveva provveduto alla sostituzione dei canestri rotti. Ebbene, ora siamo tornati al punto di partenza. I tabelloni sono stati nuovamente rotti ed il campo è quindi inutilizzabile per giocare a basket.

Una situazione davvero incredibile che conferma come, nonostante le Amministrazioni cerchino di rendere il più accogliente e funzionale possibile le rispettive città, c’è sempre qualcuno che riesce a rovinare tutto con atti di vandalismo inqualificabili.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore